25/11/2017pioggia

26/11/2017pioviggine

27/11/2017sereno

25 novembre 2017

Ambiente

Il ciclista, un capitale umano che vale 2.500 euro l'anno.

AdnKronos | commenti |

Roma, 11 set. - (AdnKronos) - Il ciclista: un capitale umano che vale almeno 2.400-2.500 euro l’anno. A tanto ammonta il valore, tra vantaggi diretti e indiretti, prodotto da chi pedala, per turismo o per spostarsi in città, dal punto di vista ambientale, sanitario ed economico.

La buona notizia è che, già oggi, in Italia ci sono regioni dove ‘l’universo’ di chi usa la bici produce vantaggi per tutti i residenti, un ‘bonus’ che ammonta a 200 euro l’anno pro capite in termini di aria più pulita, meno rumore, salute e migliore qualità della vita. La cattiva notizia, però, è che molte regioni del sud faticano davvero tanto a raggiungere l’1% di spostamenti in bici verso i luoghi di lavoro o studio (anzi, restano più vicino allo zero che all’1%).

Sono alcuni dei dati contenuti nel “Rapporto su economia della bici nelle regioni italiane” che sarà presentato il 15 settembre a Pesaro, in occasione de “L’Italia cambia strada – Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova” (15 e 16 settembre).

Ad aprire la due giorni, il Bike Summit on the road, un ‘dibattito pedalato’ a cui parteciperanno tecnici, progettisti, mobility manager e amministratori che si occupano di ciclomobilità, che si snoderà lungo la BiciPolitana di Pesaro: un sistema di piste ciclabili organizzate come tratte di metropolitana (con tanto di colorazioni differenti e fermate), disseminate sul territorio della città per un totale di 85 km e 11 linee. Grazie alla BiciPolitana, oggi circa un terzo degli spostamenti all’interno di Pesaro vengono ormai effettuati in bicicletta.

La BiciPolitana pesarese è un vero e proprio simbolo di ciò che può essere fatto per la mobilità urbana ed è per questo che la conferenza si svolge nella città marchigiana. “L’idea è di promuovere le città in cui sono state fatte cose evidentemente positive, ragionando insieme sul tema della mobilità proprio nei posti in cui è possibile far vedere i cambiamenti che sono stati già realizzati”, spiega all’AdnKronos Alberto Fiorillo, responsabile Aree Urbane di Legambiente.

Uno dei temi che verrà riproposto a Pesaro, sarà quello degli “obiettivi di mobilità”, la necessità di arrivare a una legge nazionale che vincoli i Comuni, come avviene per la raccolta differenziata, ad attuare azioni che portino gli spostamenti privati motorizzati sotto la soglia del 50% nel giro di due anni e poi via via a decrescere negli anni successivi.

In programma anche la presentazione e approvazione della Carta dei Diritti del Ciclista Urbano e del Cicloturista (15 settembre); la presentazione della Alleanza Mobilità Dolce, nuova coalizione che punta a promuovere l’uso della bici come strumento di promozione del territorio e del turismo (16 settembre).

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 21 / 30 novembre 2017

DOVE SVENTOLA BANDIERA NERA

L’archeologo vittoriese Alberto Savioli lavora in Siria e in Iraq. A due passi dall’Isis

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×