29/04/2017quasi sereno

30/04/2017quasi sereno

01/05/2017piovaschi e schiarite

29 aprile 2017

Cinture e cellulare alla guida, calano le multe

Aumentano invece le irregolarità per il “Montesosta”

MONTEBELLUNA - In occasione della ricorrenza di San Sebastiano, patrono degli operatori di Polizia locale, il Comando della Polizia Locale di Montebelluna rende noti i dati statistici relativi alle attività svolte nell’anno precedente.

Dal rapporto – spiega il Comandante della Polizia Locale, Stefano Milani – si conferma una tendenza già evidenziata lo scorso anno e che vede una riduzione delle infrazioni accertate per irregolarità della sosta (disco orario, fuori dagli spazi, divieti in genere), passate dalle 7003 del 2015 alle 6670 di quest'anno. Sono aumentate invece le infrazioni legate alle irregolarità nella sosta a pagamento “Montesosta” (+80).

 

Si sono ridotte drasticamente alcune delle infrazioni legate alle norme di comportamento, prima fra tutte la guida senza le cinture di sicurezza (-55%) e con il cellulare (-45%), in parte dovuto alla difficoltà di accertamento e all'esigenza della contestazione immediata, mentre sono aumentate quelle relative ai veicoli sprovvisti di assicurazione (+35%) e della revisione (+16%), in questo caso grazie ad un'attività di controllo costante per tutto il 2016 con la strumentazione Targha193. Il numero dei punti patente decurtati, grazie ai migliori comportamenti degli automobilisti, ha subito una buona flessione, passando dai 4202 del 2015 a 3154 del 2016 (-25%) ”.

 

Quanto agli incidenti stradali, si segnala un leggero aumento con 15 incidenti in più rispetto al 2015. Ciononostante è confermata la grande diminuzione evidente dal 2008, quando gli incidenti si attestavano a 204. Va detto comunque che, pur nella variabilità annuale, nell'ultimo quinquennio la media degli incidenti si è sensibilmente ridotta rispetto al quinquennio precedente, come è dato evincere dal grafico seguente.

 

“Ringrazio il Comando di Polizia locale per l'ottimo svolto nel 2016, non solo in fase di contrasto delle violazioni del Codice stradale, ma anche in termini di prevenzione – afferma il sindaco Marzio Favero -. Ciò che dispiace è la partita degli incidenti. Non tanto per il lieve aumento, perché comunque gli negli ultimi anni si è registrata una diminuzione generale significativa rispetto al passato, quanto perché torna ad aumentare il numeri feriti, dopo la drastica riduzione del 2014 e del 2015. E' importante sottolinearne le cause riscontrate dalla Polizia locale: l'eccesso di velocità ed il mancato rispetto delle precedenze. E poiché in entrambi i casi la responsabilità è umana, si dimostra l'esigenza di cambiare tutti assieme la mentalità quando si è alla guida. La distrazione ed il mancato rispetto del Codice della strada sono fattori di rischio che possono essere, se non eliminati, ridotti in maniera importante”.

 

Sul tema dei corretti comportamenti alla guida si ricorda che nelle scorse settimane è stato distribuito presso le case dei montebellunesi un inserto allegato al notiziario comunale con un vademecum specifico.

 

Significative anche le attività collaterali condotte dalla Polizia locale montebellunese: “Montebelluna è una città viva – prosegue il Comandante Milani - dove non mancano iniziative culturali e sportive. Solo le manifestazioni che hanno avuto la necessità della nostra presenza per il controllo delle prescrizioni, sono state un centinaio e per le più importanti è stato organizzato un apposito servizio di vigilanza. In totale sono stati 34 i servizi serali effettuati nel 2016. Una attenzione particolare è stata prestata nel 2016, su impulso delle scuole secondarie di II° grado, ai problemi dell’evasione scolastica, del bullismo, nonché al triste fenomeno dell’introduzione illecita di sostanze stupefacenti nelle scuole, anche grazie all’unità cinofila della Polizia Locale di Treviso”.

 

In allegato il rapporto della Polizia locale per l'anno 2016

 



Loading...

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Una famiglia su 10 in grave difficoltà economica in Italia. Di chi è la colpa?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.912

Anno XXXVI n° 8 / Giovedì 27 aprile 2017

DON ROMUALDO CAPPELLANO DEI CIRCHI D'ITALIA

Don Romualdo. Il prete (circense) più anziano della diocesi. Cappellano dei circhi di tutta Italia, parroco degli operai, zarlatan de Zeneda. Monsignor (ma non chiamatelo così!) Baldissera ha 96 anni.

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×