10 dicembre 2019

Esteri

Cleveland, il sequestratore era stato indagato per il rapimento di un minore

commenti |

commenti |

Cleveland, il sequestratore era stato indagato per il rapimento di un minore

CLEVELAND - La polizia di Cleveland nel 2004 aveva aperto un'indagine su Ariel Castro, il sequestratore delle tre donne che sarebbero state rapite in quel periodo andandolo a cercare proprio nella casa di Seymour Avenue in cui sono state tenute prigioniere per dieci anni Amanda Berry, Gina DeJesus e Michelle Knight. Gli agenti non lo trovarono, ma non tornarono più a cercarlo. Inoltre, i vicini avevano chiamato la polizia in altre due occasioni, dopo il rapimento delle ragazze, una volta perché una donna nuda era stata vista camminare a carponi fuori da casa e un'altra quando si era sentito un urlo di donna particolarmente preoccupante proveniente dalla cantina: in nessuno di questi due casi la polizia era intervenuta.

Castro, che ha 52 anni, nel 2004 aveva guidato per ore lo scuolabus di cui era l'autista con un bambino che non aveva lasciato a scuola, dove avrebbe invece dovuto seguire un programma speciale per bambini con problemi dell'attenzione. Il provveditorato della città aveva denunciato l'episodio alla polizia, accusando Castro di rapimento e maltrattamento di minore.

Castro si era rivolto al ragazzino urlando: ''sdraiati, cagna'' prima di scendere a pranzare a un fast food della catena Wendy. Tornato sull'autobus, lo aveva guidato a lungo prima di riportare il ragazzino a casa, due ore dopo averlo prelevato. Avendo escluso la violenza sessuale, la polizia aveva chiuso il caso. Il provveditorato aveva sospeso Castro dal lavoro per 60 giorni. In altre tre occasioni l'uomo era stato oggetto di provvedimenti disciplinari, inclusa un'altra sospensione dal lavoro di 60 giorni per aver fatto un'inversione a U con lo scuolabus pieno di ragazzi in piena ora di punta. Per questi episodi, era stato licenziato nel novembre dello scorso anno.

Intanto, procedono le indagini della polizia sul caso delle tre rapite. Nella casa-prigione dell'Ohio sono state trovate catene e corde. "Abbiamo conferme che erano tenute legate, vi erano catene e corde nella casa", ha detto l'agente Michael McGrath intervistato dalla Nbc. Oggi si attende l'incriminazione formale di Ariel Castro arrestato insieme ai fratelli Pedro, 54 anni, e Onil, 50 anni.

(Adnkronos)

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×