21 ottobre 2019

Lavoro

Come evitare le truffe online

commenti |

commenti |

Le truffe online sono una delle piaghe dell’era digitale, in cui la maggior parte degli acquisti e delle transazioni che avvengono via internet non prevedono l’incontro fisico tra le due parti: è sempre più facile creare truffe a distanza che possano colpire un numero maggiore di malcapitati. Basterà aprire un sito che simuli una qualsiasi piattaforma di compravendita per indurre nell’errore le ignare vittime. Riconoscere una truffa via internet non è sempre facile, anche perchè chi le ordisce sperimenta metodi a volte sofisticati e credibili, ma è importante saper riconoscere i segnali che possono svelare una truffa (leggi le informazioni). Nei prossimi punti cercheremo di mettervi in guardia quanto più possibile, mostrandovi come riconoscere ed evitare una truffa online.

Acquisti e transazioni via internet

I siti sicuri tramite i quali effettuare acquisti si possono riconoscere in molti modi: i metodi di pagamento accettati, l’utilizzo di SSL HTTPS, i feedback di altri utenti e data di apertura del dominio o dell’account. Non sempre, in mancanza di una di queste condizioni, ci troviamo di fronte ad una truffa, ma le probabilità di essere raggirati sono molto più alte, sicuramente.

Metodi di pagamento sicuri e tracciabili

La maggior parte delle truffe online si basa sull’acquisto di beni che non verranno mai spediti, in concomitanza con la mancanza di comunicazioni da parte del venditore o addirittura la chiusura volontaria dell’account per far perdere le proprie tracce. I siti più affidabili offrono metodi di pagamento tracciabili e sicuri come PayPal (che addirittura prevede un rimborso nel caso la truffa sia accertata) o bonifico bancario tracciabile. Diffidate dunque da chi richiede pagamenti su carte PostePay o carte prepagate online: tali transazioni non sono tracciabili e risalire all’identità del truffatore, recuperando la somma di denaro persa, è quasi impossibile. Allo stesso modo, evitate l’invio di soldi contanti, in quanto dimostrare l’avvenuta ricezione è altamente complesso; effettuate pagamenti online assicurandovi che i metodi siano sicuri e tracciabili.

Certificato HTTPS

Non sempre le truffe avvengono in modo diretto; a volte i siti di e-commerce falsi servono da specchietto per le allodole, così da portare gli acquirenti a completare l’acquisto inserendo i dati della carta di credito/debito, insieme ai dati personali. Così facendo i truffatori possono facilmente impadronirsi dei dati sensibili della vittima, effettuando transazioni illegali. I siti affidabili proteggono i dati sensibili degli aquirenti tramite crittografia SSL, che viene indicata nella barra degli indirizzi con la dicitura HTTPS ed il logo di un lucchetto. Non sempre i siti che non si avvalgono di tale tecnologia sono una truffa, ma è bene affidarsi agli e-commerce che proteggono i dati dei propri utenti usando le migliori tecnologie.

Feedback, apertura del dominio o dell’account del venditore

Un altro campanello d’allarme che può mettere in guardia sta nei feedback e recensioni online di altri utenti rispetto al sito in questione: bisogna sempre effettuare una ricerca per acquisire più informazioni possibili su un sito poco conosciuto, verificando le esperienze di chi ha già acquistato e la data di apertura del dominio. Similmente, controllare i feedback sui venditori è indispensabile per capire se ci si può fidare o no di chi ci sta proponendo l’acquisto; inoltre date sempre un’occhiata alla data d’apertura dell’account del venditore, poichè un prezzo minore per un prodotto, abbinato ad un account appena creato, spesso indicano una truffa creata ad hoc.

 

 

 

Ricerca Lavoro

Cerchi lavoro? Accedi al nostro servizio di ricerca. Seleziona tipologia e provincia e vedi le offerte proposte!


Cerca ora!

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×