22/07/2018temporale e schiarite

23/07/2018parz nuvoloso

24/07/2018quasi sereno

22 luglio 2018

Castelfranco

Compleanno record, Amabile compie 108 anni

È la seconda residente più longeva della provincia di Treviso

commenti |

CASTELFRANCO - Grande festa al Centro Anziani Domenico Sartor di Castelfranco: domani, martedì 10 luglio, Amabile Giacomazzi (in foto), ospite della struttura dal 2004, raggiungerà il più che ragguardevole traguardo delle 108 candeline, aggiudicandosi il titolo della seconda residente più longeva della provincia di Treviso. Del 1910, nata a Castelfranco Veneto, dove ha sempre vissuto, la signora Amabile in giovinezza si è specializzata nella cura dei più piccoli, lavorando come bambinaia.

 

Sposata a 24 anni, dopo il matrimonio e la nascita dei sei figli, tre femmine e tre maschi, si è totalmente dedicata alla famiglia, occupandosi dei bambini e della casa come una vera e propria “comandante”. Donna forte e coraggiosa, nella sua lunga vita ha attraversato ben due guerre mondiali: durante la seconda, in particolare, grazie a uno stratagemma è riuscita a salvare il marito dalla prigionia in Germania e a farlo rientrare in Italia. Rimasta vedova nel 1995, ha poi vissuto da sola fino ai 94 anni quando ha deciso, in totale autonomia, di entrare al Centro Sartor, dove si è subito trovata bene e dove ancora oggi vive serenamente.

 

Il suo carattere mite e la sua capacità di affrontare situazioni e difficoltà sempre con grande calma ma allo stesso tempo determinazione sono, a suo stesso dire, il segreto della sua longevità. Già festeggiata da figli, parenti e dai numerosissimi nipoti e bisnipoti sabato scorso, Amabile Giacomazzi domani spegnerà le candeline in compagnia del personale e di tutti gli ospiti del Sartor, tra cui altri cinque colleghi centenari e ultracentenari e, nel corso della festa a lei dedicata, in programma dalle ore 15, riceverà anche un mazzo di fiori da parte del presidente Maurizio Trento e della direttrice Elisabetta Barbato.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×