19/02/2018nuvoloso

20/02/2018nuvoloso

21/02/2018nuvoloso

19 febbraio 2018

Vittorio Veneto

"Il Comune contesta ad altri ciò che per primo fa"

E intanto, "sprecati altri 38mila euro pubblici"

commenti |

VITTORIO VENETO - "Spreco stimato: 38mila euro". La commissione d'inchiesta dell'ex Ospedale di Serravalle indaga. E trova. "Una grave anomalia" è stata osservata "nell'imputazione dei costi della parte esterna dell'ex ospedale". Anomalia confermata da una lettera che il Comune, a febbraio del 2012, ha inviato alla Edilvi, impresa costruttrice del parcheggio di Meschio.

 

"Con una lettera - si legge nella relazione della commissione d'inchiesta - il Comune contesta alla Edilvi di aver attribuito impropriamente costi del parcheggio privato sotterraneo alla piazza soprastante, riferendosi in modo particolare alle griglie di areazione e all’impermeabilizzazione del parcheggio". E, secondo l'opposizione, il Comune ha fatto bene a contestare, in quanto "i lavori che riguardano il parcheggio non possono essere addebitati all’opera soprastante, soprattutto se questa viene pagata con soldi pubblici".

 

L'Amministrazione, sotto l'occhio vigile dell'opposizione, non ha però fatto valere le stesse regole durante la costruzione del parcheggio di Piazza Foro Boario. In quel caso, "il Comune - ricorda la commissione - ha pagato alla ditta Camerin per la realizzazione di piazza e cortile esterno oltre 24mila euro di impermeabilizzazione e quasi 14mila euro per i grigliati in acciaio zincato per bocche di lupo e canalette". 38mila euro in tutto che il Comune, se avesse per primo seguito ciò che ora contesta alla Edilvi, avrebbe fatto risparmiare ai cittadini.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.929

Anno XXXVII n° 3 / 15 febbraio 2018

SI. CUCINO GLI INSETTI

Benvenuti nella cucina di Roberto. Dove le larve di caimano prendono il posto delle verdure pastellate e i muffin vengono prodotti con farina di grilli. Perché dato che forse sarà questo il cibo del futuro, tanto vale iniziare a sperimentare. E gustare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×