12 dicembre 2019

Conegliano

Conegliano: "Fate finire l'anno scolastico ai bambini non vaccinati"

La mozione presentata dal Movimento 5 Stelle di Conegliano

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

Conegliano:

CONEGLIANO - Far finire l’anno scolastico ai piccoli iscritti agli asili nido e alla scuola dell’infanzia, anche se non ancora vaccinati. E’ la richiesta del Movimento 5 Stelle coneglianese, rappresentato in consiglio comunale da Alberto Ferraresi e Massimo Bellotto, che ha presentato una mozione sul tema.

 

“Chiediamo alla giunta di Conegliano di adoperarsi affinché tutti i bambini non vaccinati e regolarmente iscritti possano giungere a conclusione dell'anno scolastico 2017/2018, senza alcuna interruzione di continuità educativa, che comporterebbe traumi e danni morali ai bambini e disagi organizzativi ed economici alle scuole e alle famiglie” fanno sapere dal Movimento.

 

Tra Conegliano e comuni limitrofi sono state raccolte 240 firme di genitori che vogliono avere più informazioni sulla questione dell’iter vaccinale, e che chiedono che i propri figli possano terminare l’anno senza “pause”. La mozione – chiarisce il Movimento – non riguarda quelle famiglie che hanno deliberatamente scelto di non vaccinare i propri figli, ma quei minori “regolarmente iscritti e accettati, e i cui genitori o aventi patria potestà abbiano preso contatti con le componenti Ulss”.

 

Quindi la richiesta verte sulle famiglie che in qualche modo hanno iniziato – anche solo in fase di consultazione – l’iter di vaccinazione. Altri comuni, come Firenze, Spinea e Vigonovo, oltre alla regione Toscana, hanno già accolto la stessa istanza.

 

La mozione, per essere efficace, dovrà essere però seguita dalla delibera dell’amministrazione, visto che il sindaco – responsabile in materia di salute e sicurezza in ambito comunale – può deliberare su questo tipo di casistica. “Lo facciamo anche perché il comune eviti che vengano presentati ricorsi o gli si faccia causa” specifica Ferraresi, riferendosi a possibili ricorsi in caso di interruzione della frequenza negli asili.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×