24/06/2018possibili piovaschi

25/06/2018parz nuvoloso

26/06/2018quasi sereno

24 giugno 2018

Conegliano

Conegliano riconosciuta distretto del commercio, potranno arrivare fondi regionali ed europei per il commercio

Si chiama "Cittàbellaevivibile: Conegliano 2030", è tra i 58 nuovi riconosciuti

commenti |

CONEGLIANO - La città di Conegliano premiata dalla Regione del Veneto per la sinergia portata avanti da amministrazione comunale, associazioni di categoria, Camera di Commercio e imprese per il commercio.

 

Cittàbellaevivibile : Conegliano 2030 è infatti uno dei nuovi 58 distretti del commercio nati in Veneto riconosciuti dalla Regione proprio per rilanciare il commercio di vicinato. "Aver lavorato in sinergia ci ha premiato - spiega l'assessore al commercio, Sonia Colombari - Sul tema del commercio di vicinato anche noi potremo dire la nostra pensando soprattutto di poter accedere ai fondi che la Regione e l'Europa metteranno a disposizione per promuovere tutte le politiche attive contro l'abbandono dei centri storici".

 

La legge regionale che ha istituito i nuovi distretti premia il commercio fatto dagli esercizi di vicinato situati nel centro storico per rafforzare il servizio di prossimità e così tutelare il consumatore. Ma non solo. Ne viene valorizzato anche l'appeal rispetto allo shopping.

 

"Il protocollo firmato dall'Amministrazione comunale e dall' Ascom "Progetto Conegliano 2030" guarda da un lato lontano con la progettazione a lungo termine e dall'altro all'immediato fornendo opportunità concrete alle imprese per il loro sviluppo e rilancio, grazie al riconoscimento del distretto del commercio. - aggiunge il presidente di Confcommercio Ascom Conegliano, Federico Capraro - È un ottimo punto di partenza. Continuiamo in questa direzione".

 

 Si parla ad esempio di sinergia nella distribuzione tra Gdo e piccola impresa, di partnership tra pubblico e privato e di figure professionali adeguate, come il manager del marketing o manager di distretto - aggiunge il presidente di Confcommercio Ascom Conegliano, Federico Capraro - ma anche di formazione dei commercianti, tutte armi che possono aiutarci a fronteggiare le principali sfide che i centri commerciali e l'e-commerce ci pongono oggi di fronte in chiave conflittuale. Ora tocca a noi saper scrivere quei progetti che realmente ci porranno come competitivi."

 

Per farsi trovare pronti all'uscita dei bandi questa novità è già al primo posto della agenda dei lavori. "Sul tappeto ci sono diverse idee che la stessa legge reputa premianti, come l'introduzione di misure di fiscalità di vantaggio, politiche di riuso anche temporaneo di immobili, come temporary shop ma anche come start up in negozi sfitti - conclude l'assessore al commercio, Sonia Colombari – proseguiremo con lo sviluppo di sinergie tra commercio, turismo e produzioni tipiche, Prosecco in testa, creando percorsi sul territorio che rendano appetibile la visita alla nostra città. Il nostro obiettivo sarà quello di creare le migliori condizioni per realizzare un grande sogno “Conegliano città aperta”".

 

Fondamentale diventa in questa fase il ruolo delle imprese del commercio del centro storico. "Sarà nostra cura continuare ad informarle e stimolarle nel abbiamo una platea di imprenditori che nonostante le difficoltà continuano ogni giorno ad alzare le loro serrande e a dare servizi alla città - conclude il presidente Confcommercio Ascom Conegliano, Federico Capraro - Considerando che sono previsti nuovi finanziamenti sulle reti d'imprese, alle attività commerciali in forme di premi, la loro partecipazione anche alla fase di predisposizione dei progetti sarà determinante nella riuscita e nel successo del nostro distretto".

 

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.938

Anno XXXVII n° 12 / 21 giugno 2018

SULLA MIA PELLE

Il tatuaggio: una moda vecchia 5300 anni

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×