22/09/2017quasi sereno

23/09/2017parz nuvoloso

24/09/2017temporale e schiarite

22 settembre 2017

Conegliano

Conegliano, scontro sul corso di arabo: "Propaganda che fa leva sull'ignoranza"

Gianelloni tira in ballo addirittura Mussolini nella polemica con Boscariol. Poi lo invita al corso

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - Continua la polemica sul corso di arabo a Pieve di Soligo. Dopo il botta e risposta tra l’assessore coneglianese Christian Boscariol e la collega pievigina Elena Bigliardi, ad alimentare la discussione ci ha pensato il consigliere Pd di Conegliano Isabella Gianelloni. Dal suo blog l’esponente dem ha ricordato tutti i contributi che il mondo arabo ha offerto a quello occidentale, sia nel campo matematico che in quello astronomico.

 

Ma non ha risparmiato stoccate politiche pesanti all’assessore in quota Lega: “Il discorso diventerebbe troppo complicato per chi si occupa solo, appunto, di propaganda che fa leva sull'ignoranza. Come diceva Mussolini (guarda un po'), il popolo non deve sapere, ma credere. Appunto, lui lo sapeva e abbiamo visto com'è andata a finire”.

 

Se Bigliardi spera di trovare il tempo per frequentare le lezioni, Gianelloni ha assicurato: “Se ne avessi il tempo andrei a frequentare almeno qualcuna delle lezioni gratuite di Pieve”. E poi è arrivata l’ironia nei confronti di Boscariol: “Ho una proposta, vuole che ci iscriviamo e lo frequentiamo insieme? Mettiamo l'automobile una volta per ciascuno, Pieve di Soligo non è lontana”.

 

Il parallelo che farà andare i leghisti su tutte le furie è però quello con la Serenissima: “Caro assessore Boscariol, proprio noi Veneti siamo quelli, fra gli Italiani, ad aver avuto più rapporti fecondi con il mondo orientale e arabo; la Serenissima di cui tanto vi riempite la bocca è anche quella che fu scomunicata dalla Chiesa, che offriva libertà di commercio, che arrivò a imbrogliare il papa durante la IV (in numeri romani) Crociata del 1204 per fermarsi a Costantinopoli.

 

Chissà come mai proprio a Venezia è presente la migliore facoltà di lingue orientali (insieme a Napoli, anche qui chissà come mai) d'Italia. Potremmo proporre di chiuderla, passo la proposta alla Lega, o Liga, o come si chiama".

 



Roberto Silvestrin

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×