18/08/2017sereno con veli

19/08/2017possibile temporale

20/08/2017quasi sereno

18 agosto 2017

Conegliano

Conegliano: il timbro della revisione è falso, i vigili lo scoprono con i raggi infrarossi e UV

L'ultima revisione dell'auto con targa romena risaliva al 2012

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - Girava con il timbro di revisione falso, ma i vigili di Conegliano l’hanno scoperta con i raggi infrarossi e UV.

 

Ieri mattina, in centro, una pattuglia del comando di piazzale San Martino – guidato dal comandante Claudio Mallamace - ha fermato un’utilitaria targata Romania, guidata da una romena di 44 anni, tale Z.E.G.

 

La donna era in possesso della sola carta di circolazione, e non degli altri documenti che solitamente accompagnano i veicoli stranieri: ad ogni modo, all’inizio la documentazione analizzata dagli agenti sembrava a posto.

 

Solo in un secondo momento sono sorte delle perplessità, che hanno spinto i vigili ad effettuare un controllo di microscopia ottica con i raggi infrarossi e ultravioletti.

 

Il controllo ha permesso di scoprire che il timbro di revisione sulla carta di circolazione era falso. Si trattava di un’imitazione fatta ad arte, che ad occhio nudo non era distinguibile da un esemplare originale.

 

Dopo aver effettuato un controllo incrociato con i dati della polizia romena, la pattuglia ha appreso che l’ultima revisione del veicolo risaliva al 2012.

 

Per la donna è scattata la sanzione per omessa revisione (ripetuta) e documentazione falsa: 760 euro di multa, che la donna non ha pagato subito (se il veicolo è straniero o il conducente guida con patente straniera è previsto il pagamento immediato).

 

Il veicolo è stato così sottoposto a fermo amministrativo per 60 giorni. Ma non è tutto: la donna è infatti stata denunciata all’autorità giudiziaria per falso in autorizzazione amministrativa.

 

La pena prevista va da 6 mesi a 3 anni.

 



Roberto Silvestrin

Commenta questo articolo


Loading...

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×