24/10/2017sereno

25/10/2017velature sparse

26/10/2017sereno con veli

24 ottobre 2017

Conegliano

Conegliano-Valdobbiadene, "una corsa al vigneto da parte di speculatori che operavano nell'edilizia e nell'industria"

Legambiente manifesta la propria contrarietà alla candidatura Unesco

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - Legambiente rifiuta la candidatura Unesco delle colline del Prosecco, “se limitata a pura azione di marketing”. I circoli di Treviso, Piavenire, Sernaglia e del Vittoriese hanno manifestato il proprio dissenso all’incontro – avvenuto al Cerletti di Conegliano lo scorso 5 ottobre – tra la cittadinanza e la delegazione Icomos, incaricata di valutare la candidatura delle colline dell’Altamarca.

 

Legambiente ha presentato due documenti che descrivono le criticità del territorio, il primo dei quali ha il titolo emblematico di “Le colline dei pesticidi”: “mette in evidenza l’allarme della cittadinanza che si trova immersa nella monocoltura del Prosecco e subisce la deriva chimica dei trattamenti” rende noto Legambiente. Nel secondo documento gli ambientalisti denunciano invece “la corsa al vigneto da parte di speculatori che pochi anni fa operavano nell'edilizia e nell'industria”.

 

La candidatura Unesco, quindi, risulta accettabile solo se comporta “un impegno alla conversione ecologica auspicata da Papa Francesco”, un passo che prevede – secondo gli ambientalisti - “il sostegno prioritario all'agricoltura biologica e biodinamica, il compostaggio delle biomasse in alternativa alla combustione e l’incentivazione della varietà delle produzioni agricole per la sovranità alimentare”.

 

La richiesta presentata da Legambiente ai sindaci è quindi quella di un tavolo operativo che si occupi del futuro dell’area candidata, fissando priorità sul lungo periodo e imponendo rigide regole: “Altrimenti assisteremo al puro sfruttamento economico del territorio con notevoli ripercussioni su salute e ambiente”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Commenta questo articolo


Dossier

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×