26/09/2017sereno

27/09/2017quasi sereno

28/09/2017velature sparse

26 settembre 2017

Montebelluna

Consiglieri e azionisti, Comune non si costituisce parte civile

Niente in voto in Consiglio comunale a Montebelluna sul caso Veneto Banca

commenti |

MONTEBELLUNA Il Comune di Montebelluna non si costituirà parte civile contro gli ex amministratori di Veneto Banca. Questo perché la maggior parte dei consiglieri comunali a Montebelluna ha interessi personali - o di propri parenti - nella vicenda, in quanto possiede azioni dell’istituto.

Un conflitto di interessi, quindi, che ha determinato di fatto l’incompatibilità del Consiglio comunale.

 

Quando in Consiglio si è discusso di una mozione presentata da Sabrina Favaro con cui si sarebbe dovuta votare la costituzione del Comune di Montebelluna contro la banca, il sindaco ha chiesto di alzare la mano a chi possiede azioni, o a chi ha parenti stretti che ne possiedono.

 

Le mani alzate sono state parecchie, per questo, c’è stata la sospensione della seduta e poi i capigruppo hanno deciso di non procedere col voto, stabilendo di far approfondire la questione a degli esperti.

Se tutti gli “interessati” fossero usciti consentendo il voto solo a chi non possiede azioni o non ha parenti che ne hanno, il numero legale sarebbe di certo mancato. 

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×