23/11/2017coperto

24/11/2017nuvoloso

25/11/2017pioggia

23 novembre 2017

Treviso

Contarina amplia parco mezzi con nuovi camion ibridi

Si tratta di Scania, si punta a trasporto rifiuti sempre più sostenibile

commenti |

TREVISO - Contarina fa un passo in più nell’ambito della sostenibilità nel settore trasporti e ha scelto Scania, in particolare la concessionaria Leiballi & Cuzzuol, per l’acquisto di due veicoli ibridi allestiti scarrabili per la raccolta dei rifiuti consolidando così il proprio impegno nella tutela dell’ambiente.  

 

Ieri sono stati consegnati i due nuovi e innovativi veicoli ibridi Scania: i primi autocarri per il trasporto pesante ad abbinare il motore diesel Euro6 all'energia elettrica, che saranno su strada nei prossimi giorni. Silenziosi ed ecologici: ecco i tratti distintivi di questi mezzi ibridi, che consentono l’abbattimento delle emissioni di CO2 fino al 92%, la riduzione del consumo di carburante e delle emissioni acustiche, garantendo ottime prestazioni di guida. Il motore elettrico è il cuore del nuovo ibrido Euro6 e assolve a tre funzioni: recupera l’energia in frenata, funge da propulsore in modalità completamente elettrica ed anche da rallentatore.  

 

“Contarina rinnova costantemente il proprio parco mezzi, ricercando nel mercato soluzioni innovative e sostenibili, capaci di limitare l’impatto sull’ambiente e, allo stesso tempo, di garantire una guida efficiente e sicura per i nostri operatori. Dopo aver adottato soluzioni meno inquinanti per i mezzi satellite più piccoli, abbiamo avviato un’importante collaborazione con Scania per rendere sostenibili anche i mezzi più grandi, come gli scarrabili, che percorreranno le strade del nostro territorio. Un investimento importante per la nostra flotta aziendale, che mira ad essere sempre più performante e rispettosa dell’ambiente” ha dichiarato Franco Zanata, Presidente di Contarina.  

 

“L’impegno di Contarina in ambito sostenibilità si sposa perfettamente con la filosofia di Scania, azienda da sempre impegnata nell’offrire soluzioni di trasporto sostenibili, sia da un punto di vista ambientale che economico”, ha evidenziato Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania. “Spero che la consegna dei due veicoli ibridi rappresenti solo l’inizio di una lunga collaborazione nel segno dell’innovazione e della sostenibilità”.   

 

Autocarri ibridi Scania Euro 6 – informazioni tecniche

Questi mezzi dispongono di un sistema di propulsione ibrido, il quale combina un tradizionale motore diesel ad un motore elettrico. La soluzione ibrida consente di operare in modalità “Silent mode”, con un’autonomia fino a due chilometri. In modalità elettrica, il livello sonoro è inferiore ai 72 dB(A).  Un risparmio medio sui consumi del 18% e un elevato abbattimento delle emissioni di CO2 (grazie all’utilizzo di HVO) garantiscono i massimi livelli di sostenibilità.  Il motore elettrico sincrono, installato in questi nuovi mezzi, è integrato nel cambio automatizzato a 12 marce Scania Opticruise a due pedali. Eroga una potenza di 176 CV ed una coppia di 1.050 Nm e coadiuva il motore diesel. Quest'ultimo è uno Scania a 5 cilindri da 9 litri e 320 CV alimentabile a diesel, a biodiesel o ad HVO. L’abbinamento tra motore elettrico e diesel garantisce un’eccellente guidabilità e dei cambi marcia rapidi e fluidi.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

31/10/2017

Vigilantes in servizio nei cimiteri

Contarina garantirà la sicurezza dei visitatori con un servizio di controllo intensificato nei 13 comuni aderenti al servizio  

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.924

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×