12 novembre 2019

Quante radiazioni hai addosso?

Categoria: Notizie e politica - Tags: radiazioni nucleari, referendum, Vanna Marchi

immagine dell'autore

Emanuela Da Ros | commenti |

E' la prima volta che posto un post non mio ma è talmente forte che ve lo passo. L'ho preso da Rete Viola. Eccolo:

Arriva la primavera e ti senti le radiazioni nucleari già adosso ma non sai come rilevarle?

Esiste un metodo infallibile che forse già conoscerai ma che ora ti ripropongo:

fai sciogliere un chilo di sale (quello grosso da cucina assicurandoti che sia di tipo marino) in un litro d'acqua dopodichè, l'indomani, osserva il recipiente:

- se il sale non è completamente sciolto allora c'è presenza di radiazioni nucleari nella zona in cui ti trovi

NON TI ALLARMARE!!! C'è il rimedio!

per evitare di contaminarti chiama subito tutti i tuoi amici, parenti, compagni di scuola, colleghi di lavoro e anche chi ti sta antipatico dicendogli di andare a votare il 12 giugno al referendum sul nucleare e sull'acqua pubblica: 3 volte SI per dire no al nucleare e no alla privatizzazione dell'acqua essendo, come l'aria che respiri, un bene comune.

Fallo e come si fa in questi casi condividi la nota almeno una volta al giorno da qui ad allora se vorrai davvero evitare per sempre di essere contaminato.

Ricordati questo non è un referendum politico ma se la gente non voterà, se il quorum non sarà raggiunto avrai dato ancora una volta potere a quei politici che tanto, tanto, tanto...TU sono sicuro non ammiri

quindi ricordati e ricordalo:

il 12 giugno SI SI SI vota!!!

 

PS: la nota è provocatoria ed invita a far votare, la storia del sale è roba di Vanna Marchi, truffa colossale dove l'italiota che respira canale 5 dovrebbe riconoscersi, speriamo che questa volta vada a votare;

se la nota non viene capita il problema è a monte non a valle

 



Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×