25/06/2017temporale e schiarite

26/06/2017quasi sereno

27/06/2017piovaschi e schiarite

25 giugno 2017

Basket

Coppa Italia, rimonta sul filo di lana e semifinale

Treviso basket supera Roma 73-72, sabato sarà semifinale contro Biella

Basket

BOLOGNA - Coppa Italia, Treviso parte bene, soffre poi gioisce, poi soffre ancora, poi esulta.

Cade e si rialza questa De’ Longhi, che sembrava spacciata a due minuti dalla fine e invece trova le bombe della provvidenza di Negri, Moretti e La Torre e vince con il tiro libero finale di Ancellotti. Una partita vietata ai deboli di cuore che qualifica TVB alle semifinali, dove se la vedrà con Biella.


Il primo canestro della partita è un gancio mancino di Ancellotti, cui risponde l’ex Vedovato con un appoggio da sotto. Il taglio backdoor di Brown vale il primo vantaggio romano, ma Ancellotti riporta subito il punteggio in parità. Entra La Torre per Negri e la De’ Longhi scappa: assist di Fantinelli per la schiacciata di Perry, canestro di Moretti e al 5’ il vantaggio è di cinque lunghezze (9-4) con Roma in evidente difficoltà dopo i due sprazzi iniziali. Brown interrompe il parziale di 9-0, ma la tripla di Moretti ricaccia in gola l’urlo di gioia dei tifosi romani e vale il 14-6. Roma non si scompone e Corbani richiama all’ordine i suoi giocatori, che rispondono con un 6-0. Treviso riparte allora dalla sua consueta solidità difensiva e trova in capitan Fantinelli e nella tripla di Moretti (già 10 per Davide). Momenti di gloria anche per Eugenio Rota, all’esordio in stagione. Primo quarto che termina sul 19-12 con un ottimo 8/16 al tiro. Roma senza tiri dall’arco a bersaglio (0/6).

La Torre porta TVB sul massimo vantaggio, ma la reazione di Roma non si fa attendere: propiziato da un Brown già in doppia cifra, ecco il break di 6-0 che riporta i suoi a -3. Rinaldi suona la carica e Ancellotti c’è, facendo sentire i suoi tentacoli sotto le plance. TVB non beneficia di un antisportivo a proprio favore, ma comunque allunga con i tiri liberi di Negri. Entra anche il neo-acquisto Perl, ma senza incidere. L’attacco di Treviso si inceppa e Roma ne approfitta per rimettere il naso avanti grazie alla tripla di Raffa e ai canestri di Maresca e Brown. Ed è proprio l’americano a dare il vantaggio a Roma al 17’. Perry guida la riscossa di TVB, ma Brown continua ad essere una spina nel fianco per la Pillastrini-band. Poco male, perchè ci pensa Moretti con un gioco da tre punti a dare fiducia ai suoi, e tre sono anche i punti di vantaggio all’intervallo (35-32). Ottimo per Treviso il 60% nel tiro da due, meno bene le 11 palle perse. In equilibrio il conto dei rimbalzi (19-17) con poche carambole offensive per entrambe le squadre: solo tre per Roma, appena una per Treviso.

Si ricomincia con TVB che sceglie il gioco sotto canestro, ben ripagata da Ancellotti e Perry. Botta e risposta Landi-Perry da tre, con Jesse che raggiunge la doppia cifra al 22’. E’ Brown, l’ala mancina di Roma, il vero pericolo per la difesa trevigiana. Grazie alla sua pericolosità da ogni distanza, la sua marcatura diventa un rebus. E quando anche Sandri trova i suoi primi punti, Roma rimette il naso avanti, con Brown che a metà quarto è già arrivato a quota 22. Pillastrini chiama time-out per fermare l’inerzia dei capitolini, capaci di confezionare un 12-2 potenzialmente pericoloso, ma non ancora decisivo (44-47, tre punti da recuperare per Treviso). La sospensione giova soprattutto a Rinaldi che spara la tripla dall’angolo per il controsorpasso. Nemmeno il tempo di esultare e Roma piazza due missili che perforano la difesa, ma non affondano la barca trevigiana. Sono infatti Rinaldi e due magate di Moretti a ricucire lo strappo. Ci pensa infine Perry, con la terza schiacciata personale della serata, a riportare avanti TVB in una partita che ancora non ha un vero padrone.

Le prime azioni dell’ultimo quarto fanno subito capire che la partita salirà ulteriormente di intensità nei dieci minuti che porteranno al gong finale. Landi approfitta di un’amnesia difensiva e Brown fa un altro numero dei suoi, mentre TVB trova il suo primo canestro con Rinaldi, abile a destreggiarsi nella tonnara (58-59). Roma trova in Landi un protagonista forse inatteso: sono sei i punti del lungo romano che scavano un primo solco importante. Ci prova Moretti, col ventesimo punto personale, a tamponare l’emorragia, ma prima Raffa da tre, poi Brown con recupero e schiacciata, spingono Roma al massimo vantaggio: 70-60 a 5’ dalla fine. Moretti continua ad inventare magie, ma Raffa scaccia indietro TVB. A due giri di lancette dalla fine Negri trova la tripla del -6 e Moretti spara quella del -3 (25 punti con 7/10 da due e 3/4 da tre)con un mix di orgoglio e talento che fa esplodere i tifosi trevigiani, accorsi come sempre in massa e capaci di riscaldare da soli un palazzetto enorme. Ma questa è una partita pazza, fuori da ogni logica: Sul recupero di TVB, La Torre trova una tripla pazzesca per il pareggio a quota 72.

Roma non segna più, Treviso ha la palla per vincere, La Torre viene stoppato, ma Ancellotti cattura la palla vagante e subisce il fallo. Il lungo reggiano segna il primo, ma sbaglia il secondo.

Roma si butta in attacco, Maresca parte in entrata, ma il suo tiro non va. Treviso vince e in semifinale troverà Biella, vittoriosa nel primo quarto di finale su Mantova.

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – UNICUSANO VIRTUS ROMA 73-72

DE’ LONGHI: Fantinelli 7 (3/4, 0/2), Moretti 25 (7/10, 3/4), Negri 6 (0/4, 1/4), Perry 12 (4/7, 1/3), Ancellotti 9 (4/5 da 2); La Torre 5 (1/1, 1/4), Malbasa, Rota, Rinaldi 9 (3/5, 1/1), Perl. NE: Barbante, Poser. All.: Pillastrini

UNICUSANO: Raffa 16 (2/7, 4/6), Maresca 6 (3/8, 0/3), Sandri 4 (2/3, 0/1), Brown 26 (12/18 da 2), Vedovato 2 (1/3 da 2); Chessa, Baldasso 5 (1/1, 1/5), Landi 13 (3/4, 2/7). NE: Piccolo, Lentini. All.: Corbani

ARBITRI: Brindisi, Pazzaglia, Catania

NOTE: pq 19-12, sq 35-32, tq 56-55. Tiri liberi: Treviso 8/14, Roma 3/6. Rimbalzi: Treviso 30+4 (Rinaldi 7 dif.), Roma 23+7 (Landi 7+1). Assist: Treviso 15 (Fantinelli 6), Roma 17 (Sandri 6). Fallo antisportivo a Chessa al 13’31” (25-21). 5 falli: Landi al 39’50” (72-72). Spettatori: n.c.

 

Altri Eventi nella categoria Basket

Gherardo Sabatini
Gherardo Sabatini

Basket

Colpo di Treviso Basket: lo scorso anno fu protagonista della cavalcata di Ravenna

De Longhi, Sabatini è il nuovo play

TREVISO - Colpo De Longhi, arriva Gherardo Sabatini, play maker in rampa di lancio: 181 cm, 23 anni (è nato a Bologna il 13 maggio 1994), figlio dell’ex patròn della Virtus, Gherardo è cresciuto nella giovanili delle "V" nere.

Matteo Fantinelli resta a Treviso?
Matteo Fantinelli resta a Treviso?

Basket

Ecco i movimenti di mercato di Treviso Basket. Fantinelli resta o se ne va?

Davide Moretti vola in Texas

TREVISO - Treviso Basket, mercato aperto. Davide Moretti lascia la Marca: andrà a studiare e giocare negli Stati Uniti, nel college di Texas Tech, giocherà nel campionato universitario Ncaa, fucina dei talenti Nba.

Matteo Negri
Matteo Negri

Basket

I tempi di recupero per il ritorno all’attività sono valutabili in circa tre mesi

De Longhi, Negri operato a Forlì

TREVISO - L’atleta della De’ Longhi Treviso Basket Matteo Negri (nella foto) è stato operato ieri a Forlì dall’équipe del professor Porcellini: l’intervento in artroscopia alla spalla sinistra, resosi necessario per risolvere gli esiti di una sublussazione subita dal giocatore durante la stagione,...

Commenta questo articolo


Loading...

Le società Sportive

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×