16 settembre 2019

Vittorio Veneto

CORSINI SCRIVE A BASTANZETTI

Il Traforo s'ha da fare

Claudia Borsoi | commenti | (18) |

Vittorio Veneto - Interviene il presidente del Consiglio di Quartiere di Serravalle - S. Andrea, Alfredo Corsini, sul tema traforo di santa Augusta scrivendo una lettera pubblica al vice coordinatore del CCS, Michele Bastanzetti, così da chiarire quanto apparso sulla stampa locale nei giorni scorsi.

"Riguardo al passante di Serravalle (così preferisce Corsini chiamare il Traforo ndr), è ovvio che l'Anas abbia adottato il progetto redatto dal Comune di Vittorio Veneto [...], ma è altrettanto ovvio che la stessa ANAS abbia apportato quelle modifiche che sono funzionali al perseguimento dei suoi scopi, in relazione alle indicazioni della Soprintendenza" scrive Corsini a Bastanzetti. Ed aggiunge "quindi il Presidente della Repubblica ed il Presidente ANAS Cuccia hanno scoperto e le hanno trasmesso l'invenzione dell'acqua calda".

"Signor Bastanzetti" prosegue il presidente di quartiere "credo che lei stia perseguendo, patrocinando la "galleria lunga", uno scopo ben preciso: impedire la pedonalizzazione del Centro Storico di Serravalle" sentenzia Corsini, che ritiene pretestuoso l'atteggiamento del CCS, volto ad intralciare la realizzazione di un'opera che Serravalle attende da oltre settant'anni.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Caro Alfredo, premesso che il Dirigente non si chiama Cuccia, mi pare irriguardoso il tono che usi verso di lui e verso il Presidente della Repubblica. Forse i freni epistolo-inibitori sono stati allentati dalla tua passione per l’enologia, in linea con le note linee nutrizionistiche padanoceltiche.
1) Affermi che è ovvio ciò che ha scritto l’ ANAS. Perché allora il Sindaco Da Re ci tiene così tanto a scaricare ogni responsabilità del folle progetto con uscita in v. Virgilio sull’ ANAS? Comunque ti par giusto che un progetto così importante e delicato dipenda dall’ estro di un pur rispettabilissimo tecnico comunale?
2) Tu giudichi pretestuose le ns. posizioni. Ti par pretestuoso lottare per risparmiare denaro pubblico, conservare l’ambiente, tutelare il patrimonio storico, contenere l’inquinamento, evitare lo sfregio del progettato Parco del Meschio, contrastare le speculazioni immobiliari, impedire che una statale passi sotto le aule scolastiche, evitare dolorosi espropri, dare una funzionalità globale e non solo quartierale ad un ‘opera così impattante?
3) Serravalle deve essere “pedonalizzabile”. Significa che, in caso di manifestazioni importanti, bisogna avere la possibilità di chiudere il transito drenandolo su A27 e tangenziale est. Chiuderla sette giorni su sette come vuoi tu vuol dire farla diventare un oasi di lusso per qualche privilegiato o,peggio, un silente mausoleo. Destinazione cui in parte è già avviata. Sobriamente Tuo, Michele Bastanzetti

segnala commento inopportuno

E' presuntuoso da parte tua ritenere le tue idee corrette, questo continuerò a dirtelo tutti le volte che troverò un tuo commento, in quanto a chiudere il centro storico di serravalle è solo opinione tua e del ccs (dettata dal vostro scopo) dire che non serve, ma purtroppo tutte le realtà che ci sono in giro smentiscono tutto e V.V. non è un caso a parte.

segnala commento inopportuno

Ma chi è questo qua? Come si permette questo ominicchio di dare dell'ubriacone ad un presidente di quartiere (che non conosco, quindi non sono mosso da amicizie o altro), e indirettamente a tutti i leghisti? Il bello è che ha anche la faccia tosta di rinfacciare a Corsini una paventata 'mancanza di rispetto' verso Napolitano o Ciucci (cosa che dal tono della lettera non mi sembra per niente vero)!
Povere le persone dei comitati che si affidano a questo quaquaraquà.

segnala commento inopportuno

Facile commentare questo suo pensiero.
Noto che l'unica modalità che voi leghisti usate è il discredito dei comitati.
Devo ancora sottolineare la totale mancanza di idee nei vostri discernimenti.

Non penso di offendervi quando dico che la classe politica che avete insediato a Vittorio Veneto è la più incapace nella storia della città. ...

Per non parlare del sindaco Da Re, che ho ascoltato aimè nelle riunioni pubbliche pre elezione.

Credo che chiunque vi abbia partecipato abbia avuto la netta sensazione di totale incapacità amministrativa, di enorme arroganza, ma ancor peggio, di totale mancanza di idee.

segnala commento inopportuno

Caro amico, cosa le fa credere che io sia leghista?

La sua mi sembra una mentalità fascista: "chi non è con noi è contro di noi".

Sono solo un cittadino vittoriese, che aspetta il traforo da prima che la lega nascesse. Lo ammetto, sono innamorato di Serravalle, così come amo tutti i luoghi pregni di Storia e Cultura. Se la lega riuscirà a portarlo a termine l'attuale amministrazione meriterà il mio apprezzamento, ciò non significa condividerne le idee politiche. Scriverei la stessa frase se a proporre il traforo fosse stata rifondazione comunista.

Ho commentato il precedente messaggio perchè trovo un atto di estrema cafonaggine fare riferimento alla "propensione alcolica" di Corsini rispondendo ad una lettera che guidico pacata riguardante una questione oggettiva come il traforo.

Io non ho mica attaccato i comitati nella loro interezza, solo un noto esibizionista di dubbie qualità annoverato nella loro compagine. Anzi, provo compassione per loro, che si sono affidati ad un simile personaggio.

Il mio mica era un commento sulle idee della lettera. Di idee mi creda ne ho tante, e le ho già espresse più volte anche in altri modi. Aggiungo solo che mi sembra quantomai "curioso" che compaiano oggi come funghi così tanti salvatori della patria, che giustificano la loro opposizione al progetto riempiendosi la bocca di belle parole come tutela di arte storia paesaggio, qualità della vita etc., quando per decenni nessuno ha mosso un dito contro il degrado imperante su Serravalle.

segnala commento inopportuno

Mi permetta, Corsini, di dover intervenire in questa sua precisazione nei confronti di Bastanzetti.

Non credo che per dover risolvere a tutti i costi un problema si debba crearne tanti altri.

Se Serravalle ha bisogno di "respirare", non lo deve fare a scapito di altre zone della città.

Tantomeno, visto il progetto attuale, portando scompensi di traffico verso la zona del centro, senza risolvere l'annoso problema del passaggio nord-sud di Vittorio Veneto.

Ritengo doverosa la sua difesa di Serravalle, ma ritengo ancor più necessaria, un opera che salvaguardi l'intero assetto urbano di Vittorio Veneto.

Spero che Lei abbia, bontà sua, visionato l'attuale progetto proposto.

Cordialmente, un cittadino di Vittorio Veneto.

segnala commento inopportuno

CORSINI: IO DI RINDOLA NON VOGLIO QUESTO PROGETTO DI TRAFORO, E' MEGLIO L'ALTRO QUELLO CHE ESCE A COSTA E CHE NON ENTRA IN CITTA'. E' GIUSTO PENSARE A SERRAVALLE NON NON A DISCAPITO DI VINERA, BORGHEL, RINDOLA.
p.s. ho letto che a lei "non gliene frega niente" di questa parte della città e pensa solo a serravalle ... brutta affermazione ....così roviniamo anche questo bel posto !

segnala commento inopportuno

Bravo Corsini, fatti sentire più spesso ma non perdere tempo con chi soffre di protagonismo da sconfitti.
Noi serravallesi siamo notoriamente francobolalti come tegnosi e allora teniamoci ben stretto questo passante, con buona pace di vuole il traforo lungo o semilungo, o da modificare e così via.

segnala commento inopportuno

Non capisco quale sia il ragionamento del sig. Corsini: dato che non si è mai ragionato della pedonalizzazione di Serravalle, nonostante proprio Lei abbia proposto con forza la questione, mi chiedo a cosa serva sto benedetto traforo.
Io continuerò ad usare la vecchia strada per andare dal centro a Serravalle. E così tutti gli altri che GIORNALMENTE passano di là.
I camion sono già stati obbligatoriamente dirottati in autostrada. Di quale traffico stiamo parlando? delle auto della domenica pomeriggio?? Usiamo un bazooka per ammazzare una zanzara, che oltre ai danni incalcolabili, ottiene l'effetto di non servire a nulla??
A.M.

segnala commento inopportuno

Non entro nel merito del passante e della sua utilità per quelli che devono solo transitare da nord a sud ma secondo me qualche osteria a Serravalle dovrà prepararsi a chiudere per troppo isolamento. Forse andrà meglio per i residenti, questo sì.

segnala commento inopportuno

Ed ecco, qui sotto, un altro mistificatore! Io non ho mai dato dell’ “ubriacone” al Sig. Alfredo e neppure ai padanoceltici. Certo chi lo conosce, e tu affermi di non conoscerlo, non può certo affermare che egli detesti il vino. Circa il tono della lettera, scrivere che il Dirigente ANAS ed il Presidente della Repubblica hanno scoperto e trasmesso l’acqua calda non mi pare rispettoso. Oltretutto, per taluni, il solo menzionare l’ acqua è il massimo del ribrezzo e della derisione. Che tu infine, che non hai neppur il coraggio di firmare ‘ste quattro autocontraddittorie righe che scrivi, sappia distinguere tra uomini e "ominicchi" è un atto di evidente presunzione.
Michele Bastanzetti

segnala commento inopportuno

Anche dire che i russi avevano fatto bene a invadere l'Ungheria a suo tempo mi sembra una opinione rispettabile del Presidente ma assolutamente fuori da una qualsiasi logica e priva di qualsiasi mancanza di rispetto nei confronti degli ungheresi o mi sbaglio?
Saluti da Costa

segnala commento inopportuno

Visto il numero degli interventi sopra riportati, direi che sarebbe invertire il titolo, ovvero non "Corsini scrive a Bastanzetti", bensì "BASTANZETTI SCRIVE A CORSINI".

segnala commento inopportuno

Caro Anonimo, ma ti sei reso conto che hai fatto un'osservazione davvero acuta espiritosa? Quanto da te osservato dovrebbe insegnare a tutti che non bisogna mai andare a pestar la coda ai Kobra (soprattutto quando si è un po' alticci)!
Michele Bastanzetti

segnala commento inopportuno

Caro tuttologo, stai parlando di te stesso, vero??

segnala commento inopportuno

Ma Corsini non è quello stesso Corsini che non molte settimane fa presentò pubblicamente le dimissioni da presidente del Consiglio di quartiere di Serravalle dichiarando solennemente che quando un uomo della sua età dava le dimissioni queste erano irrevocabili? E non è la stessa persona che pochi giorni dopo le ha in tutta fretta ritirate?... Alla faccia della coerenza!

segnala commento inopportuno

AAA Presidente del Consiglio di Quartiere CERCASI PER SERRAVALLE S'INTENDE !!!
sig. Corsini, ma lei non si era dimesso ? Perchè ha poi ritirato le sue dimissioni ? Le suggerisco di riprendere in considerazione un onorevole ritiro dalla scena del Quartiere temo che lei abbia già fatto il suo percorso ora è ripetitivo. La questione del Traforo non è alla sua portata, lei NON il pensiero innovativo ed è ancorato a vecchie logiche appunto di 60 anni fa.
C'è una famosa canzone di Aznavour che dice: devi sapere lasciar la tavola [BAR] quando all'amor [POLITICA] non servi piu' alzarti con indifferenza ...


segnala commento inopportuno

Rendo noto di aver ricevuto in data odierna (20-2-2010) una nuova ed allucinante lettera del Sig. Alfredo Corsini redatta su carta intestata del CdQ di Serravalle-Sant'Andrea ed indirizzata per conoscenza al Sig. Sindaco ed all' Ass. al decentramento del Comune di Vittorio Veneto. Invito il Sig. Corsini a dimostrare la Sua onestà intellettuale e la Sua serietà divulgando alla stampa il testo integrale della lettera suddetta. In caso contrario lo invito a dimettersi dal suo incarico istituzionale. Michele Bastanzetti.

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×