17 gennaio 2020

Nord-Est

Crisi, pane e niente vino

Crollano le vendite al supermercato. Prima volta in 10 anni

commenti |

commenti |

Crisi, pane e niente vino

VERONA - Nel 2012 sono diminuite le vendite di vino nei supermercati: è la prima volta in 10 anni. Il calo del totale del vino confezionato è del 3,6% rispetto al 2011.

 

Nonostante ciò risultano in aumento del 3,3% gli acquisti di vino doc in bottiglia di fascia superiore ai 6 euro. In calo anche il brik ma contenuto in un -1,7%, tengono le bollicine (-0,6%), crescono le vendite del vino a marca commerciale prodotto dalle Gdo.

 

Il vino più amato dagli italiani è il Lambrusco: nel 2012 ne hanno bevuto 14 milioni di litri pagandolo 44 milioni di euro. Seguono Chianti, Montepulciano, Barbera, Bonarda. Crollo invece per il Nero d'Avola (-30,2%) a causa però del prezzo schizzato di quasi il 21%. Tra i vini "emergenti" il marchigiano-abruzzese Pecorino, Grillo, Traminer e la Falanghina. Lo segnala una ricerca SymphonyIri realizzata per Veronafiere sul mercato del vino nella grande distribuzione.

 

Lo studio verrà presentato nell'ambito della prossima edizione di Vinitaly Il 2012 è anche caratterizzato da un forte e generale balzo di prezzo del vino confezionato che, nonostante la crisi, ha visto crescere del 4,5% a litro per le bottiglie doc da 75 cl, e del 10,1% per i brik.

 

Dello stesso argomento

immagine della news

21/06/2018

All'asta il mobilificio Vittoria

Crisi economica, la storica attività di Ormelle ha chiuso i battenti lo scorso anno dopo quasi 50 anni di attività

immagine della news

15/04/2015

In sette senza casa

Il problema alloggio è prioritario per i più indigenti. E il comune non sa che fare

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×