14 dicembre 2019

Italia

Crollo in chiesa a Napoli, due operai in ospedale. Uno è grave

commenti |

commenti |

Crollo in chiesa a Napoli, due operai in ospedale. Uno è grave

Un crollo di parti murarie e ponteggi si è verificato nella chiesa e nel convento di San Paolo Maggiore nel centro di Napoli. Lo rendono noto i Vigili del Fuoco. Tutti gli operai coinvolti sono stati tutti tratti in salvo: in due sarebbero stati portati in ospedale, uno dei quali in codice rosso. Il crollo è avvenuto in particolare nel chiostro interno con ingresso su via San Paolo, a pochi passi da via dei Tribunali.

 

Sono stati "minuti interminabili" quelli necessari a trarre in salvo l'unico operaio rimasto sotto le macerie. Lo racconta Domenico Caputo, vicedirigente dei Vigili del Fuoco di Napoli. Sarebbero tre, e non quattro come precedentemente riferito dagli stessi Vigili del Fuoco, gli operai feriti nel crollo che ha interessato due colonne del chiostro e il camminamento sovrastante. Per estrarlo dalle macerie si è scavato a mano "perché - spiega Caputo - c'erano ancora parti pericolanti sopra e utilizzare mezzi meccanici avrebbero comportato il rischio di vibrazioni che potevano causare ulteriori distacchi".

 

Tutte ancora da accertare le cause del crollo, mentre i Vigili del Fuoco proseguono con l'attività di scavo per accertare che non vi siano ancora persone coinvolte nel crollo, circostanza che sembra sia stata esclusa dalla ditta che stava eseguendo i lavori.

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×