18 novembre 2019

Vittorio Veneto

CROMO NELLE VISCERE DI VITTORIO

Ritardi per la bonifica dell'ex Carnielli

| commenti | (2) |

| commenti | (2) |

Vittorio Veneto - La bonifica dell'area ex Carnielli, dove erano stati trovati residui di cromo esavalente (provenienti dalla lavorazione di biciclette), potrebbe tardare ancora, la maggioranza non ha per ora preso una decisione definitiva. La bonifica, infatti, è collegata al piano di recupero urbanistico e ambientale degli edifici dell'area.
L'operazione di bonifica, approvata in conferenza dei servizi il 28 agosto, potrebbe risultare più difficile del previsto in quanto, secondo i dati tecnici analizzati, pare vi sia una maggiore profondità delle sostanze inquinanti nel terreno: l'inquinamento da cromo arriverebbe fino a 50 metri dal municipio. Inizialmente, infatti, la fabbrica di biciclette operava in via Vittorio Emanuele, dove c'è il palazzo che ospita la pizzeria e altri uffici e negozi, e dove il comune vuole costruire una nuova scuola materna.
Intanto Ivan Cervellin, titolare di Cerfim è pronto per la realizzazione di una barriera di pozzi a valle dell'area, per pompare dalle falde l'acqua inquinata da cromo e farla defluire nel Meschio e per asportare i materiali inquinati da smaltire in un centro di Brescia.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×