16/10/2018nuvoloso

17/10/2018pioviggine

18/10/2018parz nuvoloso

16 ottobre 2018

Oderzo Motta

"Da gennaio avanti con il Porta a Porta"

Nel consiglio comunale di Oderzo l'amministrazione conferma il cambio di metodo di raccolta rifiuti a partire dal 2018

commenti |

ODERZO - Al via il Porta a Porta dal prossimo gennaio, lo ha confermato l'altra sera in consiglio comunale il vicesindaco Michele Sarri.

Ma ci sono stati toni accesi e scambi vivaci di battute tra maggioranza e opposizione. 

Marco De Blasis (Cinque Stelle) ha chiesto una proroga di 12 mesi e l'istituzione di una commissione per un nuovo regolamento attuativo, segnalando perplessità "sull'assenza di equità della tariffa unica".

Il vicesindaco Sarri ha ricordato come la quota fissa comprenda non solo la raccolta dei rifiuti, ma anche lo stipendio degli operai e la pulizia in piazza. Il surplus dato dall'aumento della qualità del rifiuto, che riceverà Savno, "si ripercuoterà nella tariffa, che si abbasserà".

Laura Damo ha segnalato di essere contro il nuovo sistema per la tariffa più alta per alcune aziende. Mentre Giuseppe Zago, consigliere di minoranza, ha proposto che gli utili del riciclaggio dei rifiuti vengano condivisi con i residenti. 

Dopo due ore di dibattito serrato, il vicesindaco Sarri ha confermato la partenza del nuovo sistema dal prossimo gennaio

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

16/01/2018

"Ex Caserma? Risultato della politica leghista"

Duro affondo, oggi pomeriggio, da parte del consigliere Cinque Stelle Marco De Blasis sulla questione dell'ex caserma divenuta centro di accoglienza per migranti: "Necessario affrontare il problema"

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×