19/10/2017tempo nebbioso

20/10/2017tempo nebbioso

21/10/2017coperto

19 ottobre 2017

Castelfranco

Dal Burkina Faso il "grazie" al comune dei parenti del giovane Marius

Vedelago, un dono e una toccante lettera consegnata all'amministrazione dalla famiglia del 16enne annegato

commenti |

VEDELAGO - Dal Burkina Faso a Vedelago per ringraziare il Comune. I parenti di Marius Marcel Gampine, il sedicenne morto lo scorso giugno nelle acque della Cava La Matta, hanno voluto incontrare di persona il sindaco di Vedelago, Cristina Andretta, il vicesindaco Marco Perin e l'assessore alla cultura Denisse per ommaggiarli con un dono simbolico: un'opera artigianale che riproduce lo stemma del comune di Vedelago accompagnato da una lettera di ringraziamenti per quanto fatto dall’amministrazione per il giovane sepolto nel paese di origine della famiglia, Garango, nel Burkina Faso.

“Avete messo a disposizione tutti i vostri servizi amministrativi, di sicurezza e di emergenza per aiutare il nostro fratello Marcel Gampine (il papà di Marius). La famiglia Gampine sarà sempre grata per il vostro molteplice impegno. Signor Sindaco, il più grande dolore che rimane è l'assenza di Marius Marcel. Nell'occasione vi chiediamo di rimanere vicino ai suoi familiari, come figli e cittadini della vostra città”.

“Siamo commossi per questo ringraziamento – commenta il sindaco Andretta – la tragedia di Marius ha colpito nel profondo la nostra comunità: era un ragazzo che si faceva ben volere da tutti, appartenente ad una famiglia molto stimata, molto attivo nella comunità giovanile. Anche per questo il Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze ha deciso, come sua prima azione pubblica, di organizzare un evento di musica e danza a lui dedicato, “Musicarius”, che si terrà il prossimo 9 settembre a Villa Cappelletto, nell'ambito della Festa dello Sport”.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×