19 novembre 2019

Castelfranco

Dal Senegal ad Asolo per sfuggire alle persecuzioni, Momo premiato come miglior giocatore

Riconoscimento per il 19enne seguito dallo Sprar al Torneo di calcio di Villa del Conte

commenti |

commenti |

ASOLO - Momo, giovane attaccante Juniores dell'Asd Calcio Asolo, è stato premiato sabato scorso come come miglior giocatore del Torneo calcistico di Villa del Conte, Padova.

Momo è un ragazzo di 19 anni, proveniente da una regione del sud Senegal, è giunto in Italia attraverso la rotta Libica per fuggire a persecuzioni a causa della sua etnia ed è stato ospitato dallo Sprar di Asolo (Servizio Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati), assieme ad altri nove rifugiati.

 

“Un ragazzo che non sapeva giocare a calcio, ma è stato prontamente accolto dalla società sportiva, senza se e senza ma – racconta il sindaco di Asolo, Mauro Migliorini -. Frequenta il Centro per l'Istruzione degli adulti di Asolo, con ottimi risultati ed è pronto a sostenere gli esami di licenza media.

Grazie alla dirigenza sportiva, allenatori e compagni di gioco, sta seguendo un percorso di cittadinanza e integrazione, seguito passo a passo dai Servizi Sociali del Comune e dalla cooperativa Una Casa per l'Uomo, che gestisce lo Sprar. Da parte mia un grande plauso a Momo ed al Calcio Asolo”.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

14/11/2018

Il mercoledì del calcio

È andata in scena nel pomeriggio la 10^ giornata del campionato di Serie D e altre partite dei campionati dilettantistici. I risultati tra Serie D e Promozione

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×