19 settembre 2019

Castelfranco

Decine di sacchi di plastica sospetti alle sorgenti del fiume Dese

Potrebbe trattarsi di una discarica abusiva? La Polizia municipale è prudente rispetto a quest’ipotesi

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

CASTEFRANCO – Ieri mattina, intorno alle dieci, l’ufficio della Polizia municipale di Castelfranco Veneto ha ricevuto la segnalazione di un deposito di grossi sacchi di plastica bianca, in aperta campagna presso le sorgenti del fiume Dese. La singolare presenza ha imposto un intervento tempestivo e come conferma il comandante della polizia municipale, Pina Moffa: “Alle 12 eravamo già sul posto e abbiamo avuto modo di appurare le natura di questi sacchi. Si tratta di balle usate per la coltivazione di funghi ma va detto che i sacchi non sono deteriorati e sembrano essere lì da poco tempo”.

Il comandante Moffa non aggiunge molto altro poiché le indagini sono in corso, per verificare con il proprietario del terreno la ragione di questo deposito. A coadiuvare la Polizia municipale anche i tecnici dell’Ufficio ambiente del comune di Castelfranco Veneto che da subito hanno confermato che il rinvenimento è dentro il territorio castellano, ma dovranno anche fare gli accertamenti del caso, per capire se il materiale in questione sia soggetto da norme particolari oppure a misure di cautela, in caso di deposito.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×