21/01/2018quasi sereno

22/01/2018velature sparse

23/01/2018sereno

21 gennaio 2018

Vittorio Veneto

Depositare le proprie volontà sulle cure a cui essere sottoposti? A Vittorio ancora non si può

Michele Bastanzetti del Sac scrive al sindaco Tonon: "Attivate il servizio"

commenti |

VITTORIO VENETO - Depositare le proprie volontà riguardanti le cure a cui essere sottoposti, prima di un’eventuale stato che impedisca di dare il proprio assenso o il proprio diniego.

 

In molti comuni, tra i quali anche Vittorio Veneto, ancora non si può fare: non è infatti possibile depositare presso gli uffici comunali la cosiddetta Dat (Dichiarazione anticipata di trattamento sanitario).

 

Per questo Michele Bastanzetti del Sac ha inviato una mail al sindaco Roberto Tonon, chiedendo l’attivazione del servizio: “le propongo di attivare presso gli uffici comunali, ad imitazione di quanto già fatto da altri amministrazioni compresa Treviso, il registro "Dichiarazione Anticipata di Trattamento sanitario", che accoglie le volontà dei cittadini circa i trattamenti ai quali si vorrebbe o non si vorrebbe essere sottoposti in caso di malattie o traumi che impediscano l'esercizio del proprio consenso o dissenso in merito”.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.927

Anno XXXVII n° 1 / 18 gennaio 2018

LUDOVICO GIRARDELLO

Il giovanissimo attore vittoriese - protagonista de “Il ragazzo invisibile. Seconda generazione” di Gabriele Salvatores - racconta qualcosa di sè. Della città in cui vive (definita da Mymovies “piccolo paesino in provincia di Treviso”). Delle sue passioni. Omettendo (vedi la classe?) nome e cognome della fidanzata

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×