12 novembre 2019

Montebelluna

Derubato mentre ha un rapporto con un altro uomo, poi viene ricattato

Si stava recando al bancomat per prelevare ed i carabinieri lo hanno visto vestito da donna. Ha denunciato l’accaduto, identificato il responsabile

Matteo Ceron | commenti |

immagine dell'autore

Matteo Ceron | commenti |

carabinieri

MONTEBELLUNA Stava avendo un rapporto sessuale con un altro uomo, quand’è stato derubato della borsetta. Poi, per la restituzione del cellulare, gli sono stati chiesti 200 euro. I fatti vedono per protagonista un 40enne e si sono verificati la notte dell’11 agosto scorso in centro a Montebelluna, nei pressi di parco Manin.

 

L’uomo stava consumando un rapporto sessuale con un marocchino ed un altro marocchino ne ha approfittato per derubarlo della borsetta, contenente vari effetti personali, il cellulare e la somma di 20 euro. Grazie all’intermediazione del marocchino con cui si era appartato è riuscito a riavere la borsetta, ma non il cellulare, per la quale il ladro richiedeva 200 euro.

 

Mentre la vittima ed il marocchino “mediatore” si stavano recando verso un bancomat per prelevare i soldi da consegnare all’estorsore per riavere il telefono, sono stati fermati da una pattuglia dei carabinieri di passaggio. I militari erano stati attirati dal fatto che il 40enne era vestito da donna: tacchi a spillo, gonna ed una folta parrucca rossa, seppur con la barba da fare che si vedeva distintamente.

Ha spiegato ai carabinieri quanto era successo, formalizzando una denuncia per furto ed estorsione.

 

Sono quindi scattate le indagini, che hanno portato alla denuncia di un marocchino di 27 anni, ritenuto responsabile del furto del telefono e dell’estorsione.

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×