21/09/2018sereno

22/09/2018possibile temporale

23/09/2018quasi sereno

21 settembre 2018

Politica

Di Maio: "8 ore di lavoro gratis per reddito cittadinanza"

commenti |

Sul reddito di cittadinanza il governo intende andare avanti senza tentennamenti. "Io nel reddito di cittadinanza ci credo e non arretreremo. Ci metteremo insieme con le forze politiche e anche quelle sociali che vorranno condividerlo per realizzarlo senza abiure", garantisce infatti il ministro dello sviluppo e del lavoro Luigi Di Maio, dal palco del XVII congresso della Uil.

"E' uno strumento che crea le giuste obiezioni perché non lo conosciamo ma - dettaglia ancora Di Maio - l'obiettivo non è dare soldi a qualcuno perché stia su un divano ma per dire con franchezza: tu hai perso il lavoro e ora devi seguire un percorso per formarti ed essere reinserito nel mondo del lavoro. Ma ma siccome hai figli mentre ti formi io ti do un reddito e in cambio tu dai al tuo sindaco 8 ore di lavoro gratuito di pubblica utilità".

VITALIZI - Il ministro si è poi soffermato sulla questione vitalizi: "Questa - ha garantito - è la settimana buona per abolire i vitalizi dei parlamentari. E' una questione di giustizia sociale. E subito dopo taglieremo le pensioni d'oro, quelle sopra i 5mila euro netti, percepite senza aver versato i contributi corrispondenti".

EUROPA - "La vera lebbra è l'ipocrisia europea. Ed è l'ipocrisia di alcuni Stati che respingono gli immigrati a Ventimiglia e poi fanno la morale a noi su come gestirli", ha poi replicato Di Maio dal palco dell'Eur alle parole del presidente francese Macron, che ieri aveva definito la crescita dei populisti in Europa "come una lebbra". Quella del presidente francese Macron sull'Italia è un'uscita "sicuramente infelice", ha tuonato Di Maio, "stiamo assistendo a cose inedite a livello internazionale e soprattutto europeo, comportamenti anche scomposti da parte di Capi di Stato, del Presidente della Repubblica francese, che prima ha parlato di rapporti di buon vicinato quando i governi italiani stavano zitti e adesso attacca a fasi alterne, un giorno dice che non vuole offendere l'Italia e un giorno parla di lebbra".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×