12 dicembre 2019

Castelfranco

Dinato del Feva apre a Venezia

Lo chef stellato del ristorante di borgo Treviso inaugura “Zanze XVI”

commenti |

commenti |

CASTELFRANCO Nicola Dinato, chef e patron del Ristorante Feva in borgo Treviso a Castelfranco apre un nuovo ristorante a Venezia. Si tratta di “Zanze XVI”, Dinato lo gestirà in collaborazione con Nicola Possagnolo, fondatore dell’agenzia Noonic (Padova) digital strategist appassionato di food, mentre a dirigere i fuochi sarà Luca Tartaglia, che fino a poche settimane fa lavorava nella brigata di Pascal Barbot all’Astrance (3 Stelle Michelin).

L’apertura è prevista per fine maggio in sestiere Santa Croce, lungo Fondamenta dei Tolentini. “Il concept sarà semplice e contemporaneo: ridare vita ad un locale impregnato di storia, fondendo l’accoglienza e la convivialità tipiche dell’osteria ad una cucina di alto profilo”, spiega lo stesso Dinato.

 

Zanze XVI sorgerà infatti dalle mura della storica Trattoria “Delle Zanze”, punto di riferimento cittadino, in cui, già dalla fine del Sedicesimo secolo (da qui il nome) si ristoravano commensali del luogo e gente di passaggio.

 

“L’essenzialità, la convivialità e la cura maniacale per il prodotto sono i tre elementi che si ritroveranno in ogni tratto dell’osteria: dall’ideazione alla realizzazione del piatto fino al servizio che sarà snello e agile all’interno di una sala sobria che metterà al centro le persone (35 i coperti) e il cibo - spiega sempre Nicola Dinato -. I clienti potranno scegliere tra tre inediti percorsi degustazione realizzati in base alla disponibilità della materia prima: Mare (5 portate), Terra (5 portate), e Anima che rappresenterà l’estro creativo di Luca in 8 portate. Il tutto a prezzi contenuti per rendere il locale accessibile, perché il piacere del convivio e la qualità a tavola devono essere una scelta di volontà personale e non dipendere dalle proprie finanze”. 

 

(Nella foto - da Facebook - Nicola Dinato)

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×