09 dicembre 2019

Castelfranco

Disabile aggredita fisicamente, "La situazione è critica da anni"

Il segretario provinciale del Pd Giovanni Zorzi sull'episodio di violenza avvenuto a Castelfranco

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Disabile aggredita fisicamente,

CASTELFRANCO – L’aggressione ad una donna disabile in centro a Castelfranco Veneto da parte di una baby-gang, nei giorni scorsi, è stata materia di discussione anche in apertura di consiglio comunale. Giovanni Zorzi, segretario provinciale del Pd, ha fatto una dichiarazione sull’accaduto. “In apertura del Consiglio Comunale mi sono sentito in dovere, a nome di tutti i Consiglieri di minoranza, di esprimere profonda preoccupazione per il grave episodio di violenza accaduto in via Podgora nei confronti di una persona con disabilità, al quale è seguita la denuncia per negligenza presentata dai famigliari al sindaco Marcon”.

L’analisi di Zorzi prosegue: “Certo, ha ragione il sindaco quando, in replica, dice che è bene attendere l’esito delle eventuali indagini nei suoi confronti. C’è però un dato politico inequivocabile: a una legittima e reiterata domanda di sicurezza di cittadini residenti, tra cui anziani e famiglie in affitto, e di commercianti che portano avanti con fatica la loro attività, è mancata finora una risposta chiara e risolutiva da parte del sindaco e della sua giunta. La situazione è critica da anni: è stata oggetto di una mia interrogazione a inizio mandato, c’è stata una raccolta di firme e una serie incontri interlocutori tra la delegazione di residenti e i rappresentanti delle istituzioni”.

Il consigliere comunale quindi prosegue la sua esposizione dal punto di vista politico: “Il fatto che a questa domanda la Lega, che ha fatto della sicurezza il suo cavallo di battaglia in tutte le sue campagne elettorali, non sia stata in grado di articolare una risposta concreta ed efficace dimostra quanto fragile sia la forza della propaganda e degli slogan urlati solo per tornaconto elettorale. Strumenti per intervenire in una situazione complessa come questa ci sono e alcuni sono già stati suggeriti in passato dai banchi dell’opposizione… Di fronte alla paura e alla richiesta di protezione di un cittadino servono ascolto, dialogo e condivisione. In una parola: impegno. Quello che un amministratore deve sempre assicurare con serietà e determinazione”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×