23/11/2017nuvoloso

24/11/2017nuvoloso

25/11/2017pioggia

23 novembre 2017

Castelfranco

Ditta di pulizie sottrae al fisco quasi 4 milioni di ricavi

Operazione della Finanza di Castelfranco. Scoperti 170 lavoratori in nero

commenti |

CASTELFRANCO - La guardia di Finanza di Castelfranco Veneto ha scoperto un giro di manodopera in nero offerta a varie imprese da una ditta di pulizie della Marca trevigiana, un abuso che ha sottratto al fisco quasi 4 milioni di euro di ricavi.

La ditta, in apparenza, si qualificava come impresa del settore delle pulizie, ma operava di fatto come agenzia di somministrazione del lavoro in modo abusivo.

 

I finanzieri, analizzando la banca dati in loro dotazione, hanno appurato la completa assenza di dichiarazioni fiscali da parte dell'imprenditore e poi hanno riscontrato che venivano inviate mail a potenziali clienti, presentando la ditta quale "specializzata nella fornitura di personale a tempo determinato", e che in tale veste veniva procurata la manodopera necessaria ad imprese, operanti prevalentemente nel settore turistico-alberghiero ed in quello metalmeccanico.

 

I lavoratori venivano reperiti attraverso annunci pubblicati su vari siti internet, quindi forniti ed impiegati completamente in nero, senza essere assunti da nessuno. Per l'impiego di oltre 170 lavoratori "in nero" sono state rilevate ritenute non operate e non versate superiori a 120.000 euro

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.924

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×