24/09/2018quasi sereno

25/09/2018sereno

26/09/2018sereno con veli

24 settembre 2018

Basket

Domenica a Treviso arriva Imola

Penultima in casa al Palaverde: Treviso Basket in campo alle 18. Le parole di coach Pillastrini e Davide Bruttini

Basket

Davide Bruttini

TREVISO - Mancano tre giornate alla fine della regular season di A2 (Est) e la De’Longhi Treviso, dopo la sconfitta di domenica a Ravenna (75-73), riceve domenica alle 18.00 al Palaverde l’Andrea Costa Imola.

Treviso deve difendere il terzo posto in classifica (34 punti), mentre i romagnoli, reduci da una bella vittoria in casa con Mantova per 86-64, cercano punti per i play off, distanti solo due punti visto che Imola è ora appena fuori dalle prime 8, al 9° posto con 28 punti. All’andata Imola vinse 79-62 (Bell 19, Alviti 18; Borwn 12).

Stefano Pillastrini, coach De’ Longhi TVB: “Abbiamo lavorato in settimana per risolvere qualche problema che si è presentato nella partita persa domenica scorsa, in varie fasi della partita è mancata la solita fluidità e velocità di esecuzione nel nostro attacco e in difesa abbiamo concesso troppi canestri facili. Ovviamente lavoriamo con un occhio ai play off, ma con l’attenzione sulla contingenza della singola partita perchè la posizone finale nella “griglia” è importante.

Vincendo domenica con Imola avremo praticamente la certezza di entrare nelle prime quattro, quindi oltre a migliorare in prospettiva abbiamo nel nostro focus la partita con Imola che verrà al Palaverde con molta foga agonistica.

All’andata ci batterono, ma è passato tanto tempo e quello era il nostro peggiore periodo, ora stiamo molto meglio, ma loro vengono a Treviso a giocarsi le chanches di entrare nelle prime otto, quindi mi aspetto una bella battaglia. Starà a noi tornare a imporre il nostro gioco per metterci di nuovo sulla strada giusta.”

Davide Bruttini (nella foto), centro di Treviso Basket: “La sconfitta di domenica scorsa per fortuna non pregiudica quanto di buono fatto fin qui nel girone di ritorno, ma dobbiamo farne tesoro.

Abbiamo analizzato la nostra mancanza di lucidità nei possessi finali e ci abbiamo lavorato sia al video che in palestra, proprio per rendere “utile” la sconfitta e permetterci di migliorare ancora. Ora ci aspetta questa sfida con Imola, all’andata giocammo la più brutta partita della nostra stagione, ora sarà una partita diversa e nella squadra c’è voglia di riscatto, sia per far vedere che quella è acqua ormai passata, sia per riprendere a vincere dopo lo stop forzato di Ravenna. Se impareremo dai nostri errori potremo fare un altro salto di qualità, utile sia in queste tre gare che mancano per avere la migliore posizione finale, sia per arrivare pronti ai play off dove ci sarà poco tempo per allenarsi.” Fonte: trevisobasket.it

 

Altri Eventi nella categoria Basket

Basket

La gara finisce 61-88 per la corazzata Saratov

Treviso ko nella finale del torneo di Caorle

CAORLE - La finale del Torneo Città di Caorle vede difronte l’Avator Saratov (compagine russa che ha superato nella seconda semifinale la Reyer Venezia per 94 a 83) e la De’Longhi Treviso che ha sorpreso tutti siglando il successo per 92 a 88 sulla corazzata tedesca Brose Bamberg.
 

...
foto d'archivio
foto d'archivio

Basket

Il derby amichevole andato in scena mercoledì sera ha visto prevalere la De Longhi 87-74

A Montebelluna Treviso supera Verona

MONTEBELLUNA - Al PalaMazzalovo di Montebelluna amichevole tra una TVB quasi dimezzata dai problemi fisici (in borghese Tomassini, Tessitori, Lombardi e Uglietti) e la Tezenis Verona, due squadre che reciteranno da protagoniste nella prossima Serie A2.
 

Basket

L'amichevole di venerdì sera nel veronese si è conclusa 83-65 per la De Longhi

A San Bonifacio Treviso supera Ferrara

SAN BONIFACIO - Buona prestazione in amichevole per Treviso che venerdì sera ha superato 83-65 Ferrara in amichevole.

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×