23/09/2017variabile

24/09/2017temporale e schiarite

25/09/2017quasi sereno

23 settembre 2017

Agenda

Don Chisciotte.

tragicommedia dell'arte

Spettacolo - Teatro - Cinema

quando 21/07/2017
orario Dalle 21:00 alle 23:00
dove Loria
Parco del Muson
prezzo Euro 7.00 intero / Euro 5.oo ridotto
info 0424 524214
organizzazione Operaestate Festival
sito web https://goo.gl/VCKdzU

È la compagnia rivelazione delle ultime stagioni: con loro rivive la
commedia dell’arte e una visione di teatro che parla a tutti, un teatro
popolare e di idee, di luci e di storie da raccontare. A partire dal loro
primo grande successo: il divertentissimo Don Chisciotte ambientato
a Venezia, anno 1545. Salgono sul patibolo gli attori Giulio Pasquati
e Girolamo Salimberi accusati di eresia. L’unica speranza per loro è
l’arrivo dei rinforzi, ovvero i colleghi della Compagnia dei Gelosi e
intanto cercar di prendere tempo recitando una Commedia.

Altri Eventi nella categoria Spettacolo - Teatro - Cinema

S. Polo di Piave

23/09/2017 dalle 20:30 alle 23:30 - Sala Teatrale patronato don Bosco, via Mioni - San Polo di Piave.

RESPIRARE... PER VIVERE.

SAN POLO INSIEME

Trevignano

23/09/2017 dalle 21:00 alle 23:00 - Teatro Comunale, Via Giacomo Puccini 1 - Trevignano

Big Bang.

CombinAzioni festival cultura montebelluna

25/09/2017 dalle 18:30 alle 00:00 - via Bergamo, 25 - Roma

Scoprir, il cinema iberoamericano in mostra a Roma.

Al Cinema Savoy una settimana di eventi e proiezioni organizzate dall'Instituto Cervantes in collaborazione con FUIS e le ambasciate dei paesi iberoamericani

Commenta questo articolo


Appuntamenti in Evidenza

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×