25 agosto 2019

Vittorio Veneto

Don Federico dopo l'accusa di violenza sessuale: "Sono sereno"

"Ho già detto tutta la verità ai miei superiori, parlano i miei legali e il mio vescovo"

commenti |

VITTORIO VENETO - “Sono sereno”: questa la replica don Federico De Bianchi, dopo la notizia dell’indagine che lo vede coinvolto con l’accusa di violenza sessuale. Questa mattina l’ex parroco di Santa Giustina ha dichiarato di sentirsi “tranquillo”, anche se ha preferito non rilasciare ulteriori dichiarazioni in prima persona.

 

“Lascio parlare i miei superiori – ha spiegato don Federico -, ai quali ho già detto tutta la verità. Per ora sono superflue, da parte mia, delle smentite. Parlano i miei legali e il mio vescovo, lasciamo che le cose facciano il loro corso”.

 

L’indagine in corso, da parte della Procura di Treviso, riguarda le denunce di alcuni giovani pazienti (tutti maggiorenni) dell’ospedale di Conegliano e Vittorio Veneto. Nosocomi in cui l’ex parroco di Santa Giustina prestava visita ai malati: come riporta la Tribuna, i giovani avrebbero accusato l’uomo di averli molestati, palpeggiandoli nelle parti intime e baciandoli mentre erano distesi sui letti dell’ospedale.

 

Accuse comunque tutte da dimostrare: sul caso indagano gli inquirenti, che vogliono far luce sulle denunce dei ragazzi. Il caso è riemerso in questi giorni, dopo la vicenda che aveva visto l’addio di don Federico alla parrocchia di Santa Giustina, con tanto di post su Facebook nel novembre scorso.

 

“Fra pochi giorni me ne andrò lasciando oltre a qualche buona opera tante chiacchiere sul mio conto, che la plebaglia ciarliera e ignorante si divertirà a fare – aveva scritto sulla sua pagina -. Sappiate questo: non sono stato mandato via dal vescovo, non sono pedofilo anche se vado in una comunità che può avere preti con quella problematica”.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×