06 dicembre 2019

Vittorio Veneto

DON SEGAT NEL MIRINO DEI NEONAZISTI

Il parroco di Revine finisce nella lista pubblicata nel sito dell'ex capo dei Ku Klux Klan

| commenti | (13) |

| commenti | (13) |

DON SEGAT NEL MIRINO DEI NEONAZISTI

REVINE LAGO - C'è anche il parroco di Revine Lago, don Ezio Segat, nella black-list redatta dai neonazisti italiani. La lista di "delinquenti italiani" vieni redatta da Stormfront, il forum ispirato all'ideologia della superiorità della razza bianca e a Don Black, ex leader del Ku Klux Klan.

«Ha preso i soldi raccolti dal veneto skin e li ha dati ai poveri fratelli immigrati» scrive tale "Costantino" sul forum in merito a don Ezio e lancia poi l'iniziativa della lista dei personaggi colpevoli di occuparsi degli immigrati. Con don Ezio nomi noti del mondo della politica, giornalismo, magistratura, finanza e della società civile.

La lunga lista è stata redatta con i "contributi" di tutti i membri del forum di ideologia neonazista, sito che la polizia postale è impegnata in queste ore a oscurare.

La "colpa" di don Ezio sarebbe dunque quella di aver destinato i soldi raccolti dagli skinhead durante il loro raduno di settembre in riva al lago non all'asilo, come espresso dai militanti, ma per aiutare gli immigrati in difficoltà che risiedono sul territorio.

«Sono un prete della chiesa cattolica, ho fatto solo il mio dovere - afferma don Ezio sulle pagine de Il Gazzettino -. Sono in pace con tutti».

Sul caso sta facendo accertamenti la Digos: al vaglio la reale pericolosità dei messaggi apparsi sul web.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

22/12/2011

CHIUDIAMO LE “SCUOLE DI NAZISMO”

L’Anpi critica don Segat per aver accettato i soldi degli Skinheads e averli devoluti alla comunità di Lago. E chiede alle amministrazioni una presa di posizione nei confronti degli estremismi ideologici di destra

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×