18/11/2018sereno

19/11/2018variabile

20/11/2018pioggia

18 novembre 2018

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Donatore da 36 anni, Civilitas al pievigino Luciano Piccin

Socio Avis e co-fondatore di Aido, ha promosso la cultura della donazione

commenti |

PIEVE DI SOLIGO - “Mi è difficile trovare le parole per questo inaspettato, ma gradito e  prestigioso riconoscimento. Un grazie va  alla mia famiglia che in questi anni  ha "permesso" che mi mettessi  a disposizione della comunità e anche a chi, nonostante i miei numerosi limiti, ha voluto riconoscere e segnalare  che ho dato un modesto contributo al variegato mondo del volontariato pievigino”. Con queste parole il premiato Civilitas 2018 per la sezione “Civiltà nella Comunità”, il pievigino Luciano Piccin, commenta l’assegnazione di un riconoscimento così importante e significativo, che attesta le sue qualità umane e la fecondità del suo impegno al servizio delle persone del Quartier del Piave.

 

“Davvero un premio meritato per un “costruttore” quotidiano di valori e di socialità” – ribadiscono tutti coloro che in questi anni hanno potuto conoscere e apprezzare dal vivo la dedizione, la costanza e la coerenza nello stile riservato di Piccin, attivissimo da lungo tempo con ruoli di responsabilità nelle associazioni Avis e Aido nei comuni di Pieve e Refrontolo, per la cura di servizi presso l’associazione “F. Viezzer”, e anche con l’aiuto concreto alla vita parrocchiale di Solighetto.

 

Vivissima soddisfazione innanzitutto nel gruppo promotore della candidatura di Piccin, a partire da Anna Maria Vettoretti e Marco Zabotti insieme a Tiziano Marchesin e Tiziano Buoro, e nelle associazioni Avis di Pieve e Refrontolo, presieduta da Mara Miraval, e Aido pievigina, guidata da Arianna Ponzi, sodalizi benemeriti che in tanti anni hanno potuto sperimentare lo spirito di servizio autentico e la generosità del premiato, il cui nome va aggiungersi a quello di vari altri concittadini riconosciuti particolarmente meritevoli dal “Civilitas” coneglianese nel recente passato.

 

Piccin è infatti socio Avis da 36 anni, e ha rivestito per lungo tempo il ruolo di vice presidente e consigliere sezionale. Cofondatore nel 1981 del gruppo comunale Aido insieme al compianto Mario Marciano, è stato a lungo presidente molto attivo nel promuovere la cultura della donazione favorendo la sinergia tra le associazioni locali per tanti eventi e iniziative. Molto contento per il premio a Luciano si è detto anche Angelo Cremasco, storico riferimento e animatore dell’associazione “F. Viezzer” di Soligo presso la quale Piccin collabora volontariamente da diversi anni, mettendo a disposizione le sue solide competenze professionali.

 

“Un impegno prezioso, operoso, discreto” – sottolinea il consigliere provinciale Avis Mario Sist, già presidente della sezione di Pieve e Refrontolo, evidenziando proprio l’azione costante, positiva e silenziosa del collega avisino. Infine, anche il sindaco Stefano Soldan, annunciando la sua presenza alla cerimonia ufficiale del Civilitas di martedì 6 novembre alle 16 al Teatro Accademia di Conegliano, si unisce al coro delle congratulazioni: “Tutta la comunità e l’amministrazione comunale si complimentano con Luciano per il meritato riconoscimento, ma soprattutto per lo speciale esempio di disponibilità e generosità offerto ogni giorno nel mondo attivo e sensibile del volontariato pievigino”.

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

immagine della news

08/11/2017

Marika Freschi e Ivan Da Rios premiati a Conegliano

Due i cittadini di Cimadolmo insigniti del prestigioso premio Civilitas organizzato da Dama Castellana: il riconoscimento alle due guide alpine per il loro intervento all'Hotel Rigopiano in Abruzzo

vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×