15/08/2018sereno con veli

16/08/2018quasi sereno

17/08/2018sereno

15 agosto 2018

Oderzo Motta

Dose fatale, pusher scarcerati

Due 45enne di Monastier sono accusati di aver venduto lo stupefacente che avrebbe determinato il decesso del 34enne Mauro Lunardelli

commenti |

Mauro Lunardelli

GORGO AL MONTICANO - Accusati di aver venduto la dose di droga fatale che ha determinato il decesso del 34enne Mauro Lunardelli (nella foto): sono stati scarcerati.

Lo ha disposto ieri mattina il giudice Angelo Mascolo, al termine dell’interrogatorio con i 45enni di Monastier D.G. e M.N. I due si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Avrebbero venduto lo stupefacente che avrebbe determinato il decesso, lo scorso 8 dicembre del 34enne gorghense.

Il ragazzo venne trovato senza vita nel magazzino abbandonato di una vecchia fabbrica a Navolè, dopo essersi iniettato una dose di eroina.

D.G., disoccupato, accusato di accusato di morte in conseguenza di altro reato e detenzioni e spaccio di sostanze stupefacenti, si trova ora ai domiciliari. Mentre M.N. ha l’obbligo di firma: è accusato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Erano stati arrestati dai Carabinieri dopo un’indagine proseguita per sei mesi.

Al momento vi sono altri cinque indagati per detenzione e spaccio: S.A., 35 anni di Gorgo (obbligo di firma), un 36enne indiano di Motta e tre persone residenti a Ceggia, Breda e Fontanelle.
 

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

14/12/2017

Lunedì il funerale di Mauro Lunardelli

Giunto il nullaosta: domenica sera rosario in suffragio per il 34enne di Gorgo al Monticano trovato senza vita venerdì della scorsa settimana

immagine della news

11/12/2017

Autopsia sul corpo di Mauro Lunardelli

Disposti anche i test tossicologici per fare luce sulle cause della morte del 34enne deceduto venerdì mattina a Navolè di Gorgo al Monticano

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×