26/09/2017sereno

27/09/2017quasi sereno

28/09/2017velature sparse

26 settembre 2017

Vittorio Veneto

Due incidenti in due giorni, l'ultimo è mortale

Provenivano dal Ca' Foncello, la donna era stata dimessa dopo l'incidente di domenica

commenti |

Due incidenti in due giorni, l'ultimo è mortale

CAPPELLA MAGGIORE - Un destino tragico, che domenica aveva dato una sinistra anticipazione di ciò che sarebbe successo solo il giorno dopo. C.D.P. e J.T. hanno perso la vita ieri in in un tragico incidente stradale avvenuto a San Giorgio della Richinvelda, nel pordenonese, dove ha perso la vita anche F.C., un camionista trevigiano residente nella zona di Oderzo.

 

La scontro frontale tra i due mezzi, un furgone ed un camion, non ha lasciato scampo ai tre. E pensare che la coppia, che risiedeva a Cordenons, proveniva dall’ospedale di Treviso, dove la donna era stata ricoverata in seguito ad un incidente avvenuto domenica, intorno alle 16, in via Savallon a Cappella Maggiore, sulla strada che conduce al Cansiglio.

 

La donna, J.T., domenica era stata trasportata in elicottero al Ca’ Foncello, dopo lo schianto del Mercedes Vito su cui viaggiavano contro un palo. Come riporta la Tribuna, ieri C.D.P. la stava riportando a casa, dopo che la donna era stata dimessa in mattinata. All’altezza della strada a scorrimento veloce Cimpello-Sequals ieri è avvenuto il tragico schianto, nella quale le tre persone hanno perso la vita. La coppia lascia due figli minorenni.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×