23/07/2017quasi sereno

24/07/2017temporale e schiarite

25/07/2017possibile temporale

23 luglio 2017

Ciclismo

Giro d'Italia, due scuole sul Muro di Ca' del Poggio

L’Istituto Dieffe di Valdobbiadene e il Cerletti di Conegliano proporranno le eccellenze agroalimentari del territorio

Altri Sport

CONEGLIANO - La centesima edizione del Giro d’Italia è partita il 5 maggio dalla Sardegna e si dovranno percorrere ancora molti chilometri per arrivare in terra veneta, dove sabato 27 maggio, con passaggio sul Muro di Ca’ del Poggio è in programma la 20^ e penultima tappa, la Pordenone-Asiago, che con ogni probabilità deciderà il vincitore della Corsa Rosa.

Anche se posizionata nelle fasi iniziali della tappa, l’ascesa sul Muro di Ca’ del Poggio potrebbe risultare il trampolino di lancio ideale per accendere una corsa che, sin dalle prime battute, si preannuncia particolarmente spettacolare. Così come spettacolare sarà l’accoglienza che migliaia di appassionati riserveranno al passaggio dei ciclisti tra i vigneti di San Pietro di Feletto. Ampia, di conseguenza, la copertura televisiva offerta dalla Rai, che seguirà la tappa, in diretta, sin dal primo minuto di corsa.

Nella Grande Festa Rosa, che, nella giornata del Giro, si svolgerà presso il Giardino del Poggio, in cima al Muro, saranno impegnati anche gli alunni dell’istituto Dieffe di Valdobbiadene e dell’istituto Cerletti di Conegliano, che esalteranno i prodotti dell’eccellenza veneta abbinati al Conegliano Valdobbiadene Docg Prosecco Superiore. Saranno anche cucinate 50 porchette, accompagnate dalla pregiata Itala Pilsen, la birra di lunga tradizione veneta, essendo realizzata sin dal 1919 a Padova.   

 

“L’istituto Dieffe di Valdobbiadene – commenta il preside Alberto Raffaelli - è entusiasta di partecipare con i suoi alunni a un evento come il Giro d’Italia che rappresenta uno dei simboli del Made in Italy e delle sue eccellenze, a partire proprio dai prodotti dell’enogastronomia”.

 

“Riteniamo - aggiunge il dirigente scolastico del Cerletti, Damiana Tervilli - che  la sinergia tra le scuole della provincia nel collaborare per gli eventi più rappresentativi del contesto nazionale, come il  Giro d’Italia, abbia un forte valore formativo. Questa esperienza sarà per tutti i ragazzi coinvolti nel progetto un’ulteriore occasione di apprendimento significativo. Dimostra altresì la vitalità della Scuola che sa integrarsi con il Territorio”.

Sabato 27 maggio, sul Muro di Ca’ del Poggio, non mancherà la possibilità di seguire la tappa sul maxischermo predisposto per l’occasione, con il commento di uno speaker, e di assistere per tutta la giornata alla esibizione di band musicali che si alterneranno sul palco nel Giardino del Poggio. Ospite speciale, il cantautore Enrico Ruggeri che dalle ore 15.30 si esibirà in un concerto con ingresso gratuito per poi lasciare spazio alla diretta della tappa per le fasi finali.

Impossibile mancare, insomma, alla Grande Festa Rosa. E tra i tanti appassionati che sabato 27 maggio si ritroveranno sul Muro di Ca' del Poggio, molti torneranno a pedalare sulla celebre ascesa tra i vigneti di San Pietro di Feletto il 10 settembre, in occasione della Prosecco Cycling, con la tradizionale fermata sul Muro a base di Prosecco e Scampi.

Il Muro di Ca’ del Poggio sarà protagonista anche a Striscia la Notizia. Nella puntata di sabato 20 maggio, l’inviato del Tg satirico, Luca Sardella, sarà infatti a Ca’ del Poggio per parlare di un Presidio Slow Food, il carciofo violetto di Sant’Erasmo (le famose “castraure”), e della prossima tappa del Giro d’Italia.         

-Nella foto in allegato, insieme agli alunni del Cerletti, Floriano Zambon (sindaco di Conegliano), Damiana Tervilli (dirigente scolastico della Scuola Enologica di Conegliano), Serena Bechevolo (presidente del Consiglio d'Istituto della Scuola Enologica), Domenico Presti (sindaco di Arcade), il senatore Franco Corte e Antonella Pasquale (docente della Scuola Enologica" di Conegliano).

 

Commenta questo articolo


Loading...

Le società Sportive

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×