25/11/2017pioggia

26/11/2017piovaschi e schiarite

27/11/2017sereno

25 novembre 2017

Nord-Est

Ecco Dogalize, il social network per i cani

Irene Lucarelli | commenti |

Dogalize, il social network dedicato agli amanti degli amici a quattro zampe, ha lanciato l'iniziativa "Dona un pasto con un click", a favore dei cani senza padrone. L'obiettivo dell'iniziativa è quello di donare un pasto al giorno per un anno ad un cane bisognoso e in attesa di adozione. Oltre ad essere sfamato, il cane riceverà visibilità in più per far si che l'animale venga anche adottato.

 

La community di Dogalize (oltre 250000 utenti) ha già adottato a distanza altri cani, grazie ai suoi click. Dato il successo di questo progetto, il social network ha deciso di incrementarlo: "dona un pasto con un click" sarà ora lanciato due volte al mese. Dal momento della pubblicazione dell'annuncio, gli utenti avranno 24 ore per donare un pasto.

 

“Il nostro obiettivo è di riuscire ad adottare 12 poveri cani bisognosi entro la fine di Dicembre e ci stiamo organizzando per portare a 4 volte al mese la nostra iniziativa. Sono certa di questo risultato perché non siamo soli, la community Dogalize è con noi e tutti abbiamo una sola passione: amare ed aiutare i nostri amici a 4 zampe” afferma Sara Colnago, Co­fondatrice di Dogalize. Oltre alle adozioni a distanza, l'iniziativa permetterà di dare visibilità alle Onlus che aderiscono, raccontando il loro lavoro quotidiano e le storie dei cani in attesa di adozione.

 

Nato nel 2014, Dogalize è oggi il primo social network in Italia per gli amici a quattro zampe. Nonostante la giovane età, ha già vinto diversi premi, come l'Oscar di Internet "Wabby Award 2015" di New York e il "Lovie Award" di Londra (l'Oscar di Internet Europeo). In Dogalize, gli amanti dei cani possono creare una vera e propria community e, inoltre, possono consultare gratuitamente veterinari o educatori.

 



foto dell'autore

Irene Lucarelli

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.924

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×