26/06/2019sereno

27/06/2019sereno

28/06/2019quasi sereno

26 giugno 2019

Vittorio Veneto

Ecco il primo trattamento con un fitofarmaco nel vigneto vicino all'asilo

"Si sono presentati alcuni lavoratori per iniziare i trattamenti, ma poco dopo sono intervenuti i vigili che li hanno interrotti", riportano i genitori dell'asilo di San Giacomo

Claudia Borsoi | commenti |

VITTORIO VENETO - L’annuncio del trattamento stamane, venerdì, non è passato inosservato ai genitori dei bambini che frequentano la scuola.

 

"Oggi la proprietà ha deciso di trattare – scrivono i genitori -. D’accordo, si tratta di un prodotto consentito in agricoltura biologica (Poltiglia Disperss il prodotto indicato nel cartello ndr), ma in barba alle ordinanze di sospensione dei lavori e di ripristino del terreno. Sostituendosi ai giudici del Tar hanno deciso che le loro ragioni vincono su tutto. È in gioco la credibilità delle istituzioni".

 

In tarda mattinata alcuni genitori dei bambini che frequentano l’asilo hanno notato un piccolo cartello che avvisava che nelle giornata di oggi sarebbero state trattate le barbatelle e che per 48 ore non si sarebbe potuto entrare nel campo, nonostante fossero trattamenti con prodotti fitosanitari consentiti in agricoltura biologica.

 

A quel punto sono stati avvisati la Polizia locale ed i Carabinieri forestali. "Una volta chiuso l’asilo si sono presentati alcuni lavoratori per iniziare i trattamenti, ma poco dopo sono intervenuti i vigili che li hanno interrotti", riportano i genitori dell'asilo.

 

E domani, giorno in cui è stata fissata una gita dei bambini dell’asilo, la corriera non partirà dal parcheggio della scuola, vicino al vigneto, ma da un altro punto. "Non essendoci né una siepe, né una barriera che eviti l’effetto deriva, abbiamo voluto spostare il punto di partenza per tutelare la salute dei bambini e dei genitori" spiegano.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×