20/05/2019pioggia debole

21/05/2019coperto

22/05/2019variabile

20 maggio 2019

Oderzo Motta

ECONOMIA / PROGETTO EUROPEO EMAS PER SVILUPPO OPITERGINO-MOTTENSE

Gava: «Ancora una volta Treviso fa da apripista con azioni innovative»

| commenti |

| commenti |

Treviso - «Anche in questo caso Treviso fa da apripista nell’agire in tema di ricerca di nuove forme di sviluppo economico. Per me è una grande soddisfazione verificare come questo territorio, e le sue espressioni imprenditoriali, sociali e amministrative, sappiano sempre guardare al futuro. In questo cammino la Regione del Veneto c’è e farà la sua parte».

Lo ha detto l’Assessore alle Politiche Economiche del Veneto Fabio Gava (in foto), siglando per conto della Regione, oggi presso la sede di Unindustria di Treviso, un Protocollo d’Intesa per sviluppare un Progetto sulla base dei criteri europei “Emas” (Eco Management Audit Scheme) per lo sviluppo sostenibile dell’ambito produttivo dei Comuni dell’Opitergino-Mottense.

I firmatari, oltre alla Regione, sono Unindustria di Treviso, la Provincia, la Camera di Commercio, il Comune di Oderzo, il Consorzio del Comprensorio Opitergino, il Comune di Motta di Livenza e il Comune di Meduna di Livenza, i sindacati Cgil, Cisl e Uil.

Gli obiettivi del Progetto sono conoscere le criticità ambientali del territorio, supportare le aziende nel mantenimento della conformità ambientale, favorire lo sviluppo dei sistemi di gestione ambientale, fare dell’innovazione il motivo dello sviluppo del territorio, promuovere tecnologie a basso impatto ambientale e ad elevato risparmio energetico, sviluppare politiche integrate di prodotto, promuovere azioni di marketing territoriale, individuare un sistema di azioni formative mirate, favorire un’elevata qualità della vita.

L’iniziativa punta a creare le condizioni per una nuova stagione di sviluppo, all’insegna della sostenibilità ambientale, della promozione delle vocazioni industriali e agricole della zona anche attraverso nuove culture trasversali come il design, della coesione sociale e della modernizzazione della pubblica amministrazione. Le filiere produttive al centro dell’azione saranno quelle del legno, della plastica e del metalmeccanico. Il territorio interessato conta circa 100 mila abitanti.

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×