22/09/2017quasi sereno

23/09/2017parz nuvoloso

24/09/2017temporale e schiarite

22 settembre 2017

Conegliano

Electrolux, i sindacati interni spaccati sugli straordinari del sabato

E' guerra di manifesti: "Perché dovremmo vergognarci se aderiamo allo straordinario volontario?"

commenti |

SUSEGANA - Sono rimasti in silenzio a lungo: ora i rappresentanti sindacali interni di Electrolux Susegana in quota Fim e Uilm reagiscono e rispondono alle accuse dei colleghi iscritti alla Cgil.

 

"Perché dovremmo vergognarci se aderiamo allo straordinario volontario?" si legge in un manifesto appeso ieri nella bacheca dello stabilimento, con riferimento alle osservazioni negative mosse nelle ultime ore nei loro confronti dai delegati Fiom per la scelta di aver risposto positivamente alla richiesta dell'azienda di effettuare un turno di lavoro extra sabato scorso.

 

Una proposta, come tutte le altre dei sabati precedenti e anche nei mesi prossimi, avanzata dalla multinazionale nel tentativo di recuperare almeno in parte un ritardo di produzione stimato in almeno 10 mila frigoriferi su un target di 820 mila da raggiungere entro fine anno.

 

Alla richiesta, però, la Fiom ha sempre risposto negativamente - benchè non tutti i lavoratori tesserati abbiano rifiutato l'opportunità negli ultimi prefestivi - a causa di un conflitto con i vertici della multinazionale collegato a disagi nei luoghi di produzione (caldo eccessivo nei mesi estivi, postazioni non ergonomiche, ritmi di lavoro troppo elevati) e, soprattutto, al licenziamento della Rsu Augustin Breda, lo scorso giugno, per una "giusta causa" mai riconosciuta dalla Cgil.

 

I lavoratori Fim e Uilm vengono anche accusati dai colleghi di essersi "venduti per una brioche". Il riferimento è alla decisione dell'azienda di distribuire dei croissant a tutti quelli che, sabato scorso, si erano presentati alle linee di produzione quando, il giorno dopo, a difesa dei diritti dei lavoratori Electrolux, la Fiom era invece salita a Pian del Cansiglio a manifestare assieme ai partigiani dell'Anpi.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×