18 novembre 2019

Esteri

Elezioni in Grecia, Syriza in testa secondo gli exit poll. In calo l'affluenza

commenti |

commenti |

Urne chiuse in Grecia. I primi, parziali exit poll realizzati da Mega TV assegnano a Syriza, il partito guidato dall'ex premier Alexis Tsipras, una percentuale di voti oscillante tra il 30% e il 34%. A Nuova Democrazia di Evangelos Meimarakis andrebbe una percentuale tra il 28,5% e il 32,5%. Al terzo posto la formazione di estrema destra Alba Dorata, con una percentuale oscillante tra il 6,5% e l'l'8% dei voti.

Anche gli exit poll realizzati da Skai TV assegnano a Syriza la vittoria nelle elezioni, con percentuali che oscillano tra il 31% e il 35%. A seguire Nuova Democrazia che otterrebbe tra il 29% e il 33%, mentre Alba Dorata oscillerebbe tra il 6% e l'8%.

In base a un'analisi preliminare degli exit poll sul voto nelle elezioni greche di oggi, l'affluenza alle urne potrebbe rivelarsi molto bassa, con una percentuale di astensionismo tra le più alte nella storia del Paese. E' quanto prevede Dimitris Mavros, sondaggista dell'istituto Mrb, che ai microfoni di Star Tv ha affermato: "Ho l'impressione che l'astensione sia più alta di quella dello scorso gennaio e forse la più alta di qualsiasi elezione nazionale". Secondo alcuni osservatori, a disertare le urne sarebbe stato soprattutto l'elettorato più giovane.

I seggi elettorali si sono aperti questa mattina alle 6 in tutta la Grecia per il terzo appuntamento elettorale di quest'anno, dopo le elezioni politiche di gennaio e il referendum di luglio. I greci sono stati chiamati ad eleggere un nuovo governo dopo le dimissioni di Alexis Tsipras alla metà di agosto.

Tsipras ha votato questa mattina nel suo seggio di Kypseli, ad Atene. "I greci non consentiranno ad altri di decidere per loro. Affideranno un mandato per la continuità, per un governo forte per 4 anni, che lotterà in Grecia e all'estero per procedere con le necessarie riforme e spezzare il vecchio regime", ha dichiarato l'ex premier secondo quanto riportano i media greci.

"I greci vogliono liberarsi delle bugie" e chiedono un futuro migliore, ha dichiarato dal canto suo il leader di Nuova Democrazia Evangelos Meimarakis che stamattina ha votato nel suo seggio di Maroussi, alla periferia nordorientale di Atene, secondo quanto riportano i media locali.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×