24/06/2019sereno

25/06/2019sereno

26/06/2019sereno

24 giugno 2019

Montebelluna

Esclusi dalla scuola perché stranieri, dopo le polemiche le porte si aprono anche per loro

Risolto il caso della primaria dove alcuni alunni non avevano potuto iscriversi perché figli di stranieri

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

MONTEBELLUNA - Risolto il caso della mamma in lacrime davanti alla scuola perché il figlio era stato rifiutato. L’ufficio provinciale scolastico ha concordato la riapertura dei termini per la formazione di una prima classe a tempo «normale» cioè senza il rientro pomeridiano. Ci sarà posto per tutti i bambini.

 

La frustrazione delle famiglie escluse e i timori di essere stati discriminati perché stranieri, hanno trovato una risposta soddisfacente, grazie ad un incontro a Treviso fra la direttore generale dell’ufficio scolastico provinciale, Barbara Sardella, il sindaco della città di Montebelluna, Marzio Favero, accompagnato dall’assessore Claudio Borgia e dalla parte tecnica comunale, nonchè la dirigente dell’Istituto comprensivo 1, la professoressa Serena Ajello.

 

«Dopo un’approfondita discussione, sia pure tenendo conto dei necessari equilibri per garantire un corretto inserimento degli alunni di origine straniera, si è convenuto sull’opportunità di venire incontro alle esigenze delle famiglie che gravitano nella zona della scuola Marconi – si legge in una nota della Municipalità montebellunese - riaprendo i termini per la formazione di una prima classe a tempo “normale” cioè senza il rientro pomeridiano».

 

Un’ottima notizia anche perché la dirigente scolastica provinciale ha assicurato che in caso si raggiunga il numero minimo degli iscritti, metterà a disposizione il personale docente in più che si dovesse rendere necessario. Quindi a breve i genitori degli alunni che avevano presentato le preiscrizioni per una classe prima ordinaria saranno convocati. È proprio il caso di dire «tutto è bene quel che finisce bene» e … buona scuola bambini!

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×