22/10/2017pioggia debole

23/10/2017sereno con veli

24/10/2017sereno

22 ottobre 2017

Lavoro

Escono le guide Condé Nast Johansens 2018.

AdnKronos | commenti |

Roma, 11 ott. (Labitalia) - Escono oggi le Directory 2018 di Condé Nast Johansens: 'Luxury Hotels and Spas - Uk, Europe and The Mediterranean', che comprende 204 alberghi, e 'Luxury Hotels, Inns, Resorts, Spas & Villas - The Americas, Caribbean & Pacific', con 131 strutture incluse. Con uno stile definito e riconoscibile, le guide Condé Nast Johansens sono considerate ormai strumento prezioso dai viaggiatori di tutto il mondo. Complessivamente, il sito Internet di Condé Nast Johansens (www.condenastjohansens.com) copre tutto il mondo con 718 strutture in 60 paesi, di cui 489 in Europa e 93 in Italia.

Da 36 anni, quella pubblicata da Condé Nast Johansens è una delle più importanti collane di guide alberghiere comprendenti hotel indipendenti, Spa, residenze d’epoca, location per eventi in tutto il mondo. Solo ed esclusivamente le migliori strutture sono annoverate in queste Guide. La nuova edizione della guida 'Luxury Spas' uscirà nel mese di dicembre. Il livello di attenzione è sempre altissimo fin dalla fase di selezione delle strutture e prosegue nel tempo grazie alle visite annuali di 30 esperti locali.

Il sito web www.condenastjohansens.com è una fonte di informazione multicanale e indipendente dedicata ai viaggiatori in tema di alberghi, Spa e location in tutto il mondo per un target leisure o business. È molto facile da consultare grazie all’aiuto di filtri che selezionano le strutture non solo in base alle località geografiche ma anche in base alle caratteristiche ricercate. Il sito contiene inoltre un blog, 'Inspiration', ricco di spunti per chi è in cerca di idee interessanti per scegliere la prossima destinazione di viaggio. Inspiration viene aggiornato ogni settimana grazie al contributo di guest writer, dei lettori, invitati a esprimere il loro parere attraverso Facebook e, sul fronte alberghiero, non solo degli albergatori ma anche del personale del front office o del concierge, gli addetti alle relazioni esterne e anche sommelier e chef.

Per quanto riguarda l’Italia, i nuovi ingressi nella guida alberghiera sono 9 e sono tutte strutture distribuite lungo tutto lo stivale: dall’Hotel Castel Frasburg di Merano, albergo 5 stelle che sorge su un terrazzamento roccioso circondato dalla natura, all’Hotel El Jebel di Taormina, struttura 5 stelle lusso con esclusive suite affacciate sulla Baia di Naxos. C’è poi l’Almar Jesolo Resort & Spa, situato sulla spiaggia di Jesolo con un’ampia Spa a disposizione dei clienti.

L’Hotel Corona d’Oro di Bologna è un albergo storico raffinato nel cuore della città, mentre come residenza storica troviamo La Barchessa di Villa Pisani, ubicata all’interno del giardino della storica Villa Pisani dell’architetto Andrea Palladio, del secolo XVI, Patrimonio dell’Umanità, inserita nel World Heritage List dell’Unesco.

Altro gioiello tra i nuovi ingressi è il Grand Hotel Fasano, una finestra aperta sul lago di Garda, così come il Sina Centurion Palace di Venezia, un antico palazzo dalla facciata gotica, che domina il Canal Grande. E ancora il Leone Blu Residenza d’Epoca a Firenze, dimora del casato dei Ricasoli in Firenze, dove ogni suite decorata con estro combina elementi di arredo antichi ad altri moderni realizzati in esclusiva per la dimora; e per finire il Fifty House di Milano spicca per la sua posizione strategica tra il quadrilatero della moda ed i Navigli.

 



AdnKronos

Commenta questo articolo


Ricerca Lavoro

Cerchi lavoro? Accedi al nostro servizio di ricerca. Seleziona tipologia e provincia e vedi le offerte proposte!


Cerca ora!

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×