21/01/2018quasi sereno

22/01/2018velature sparse

23/01/2018sereno

21 gennaio 2018

Nord-Est

Espulso dopo 5 anni di detenzione rientra in Italia e viene arrestato di nuovo

commenti |

VICENZA - Aveva scontato una condanna di 4 anni e otto mesi per spaccio di stupefacenti nella casa circondariale di Vicenza prima di essere espulso, come prescritto nella sentenza, non potendo fare rientro per almeno 5 anni (febbraio 2020).

 

Ma un 37enne albanese, Altin Xibraku, già residente per lungo tempo nella città berica, è riuscito a tornare in Italia e la scorsa notte una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Valdagno (Vicenza) l'ha intercettato a Monteviale, uno dei comuni dell'hinterland del capoluogo berico.

 

L'uomo è stato fermato a bordo di una Toyota Yaris, assieme ad altre due persone. L'accertamento con la banca dati delle forze di polizia ha permesso di accertare la sua presenza illegale nel Paese.

 

L'uomo è stato arrestato e trattenuto nella camera di sicurezza fino a questa mattina, quando è stato accompagnato in Tribunale di Vicenza dove il giudice, nel convalidare l'arresto, lo ha condannato alla pena di 8 mesi, commutata con l'espulsione immediata dal territorio nazionale per altri 5 anni.

 

Domani sarà nuovamente imbarcato su un volo internazionale diretto a Tirana.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.927

Anno XXXVII n° 1 / 18 gennaio 2018

LUDOVICO GIRARDELLO

Il giovanissimo attore vittoriese - protagonista de “Il ragazzo invisibile. Seconda generazione” di Gabriele Salvatores - racconta qualcosa di sè. Della città in cui vive (definita da Mymovies “piccolo paesino in provincia di Treviso”). Delle sue passioni. Omettendo (vedi la classe?) nome e cognome della fidanzata

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×