12 dicembre 2019

Cronaca

Estate in crisi

commenti |

commenti |

Estate in crisi

Nemmeno l'ormai imminente weekend è destinato a trascorrere all'insegna del bel tempo e della stabilità atmosferica. Un doppio attacco perturbato infatti, si appresta a colpire il nostro Paese con i temporali che non sembrano voler lasciare l'Italia. Il team del sito www.ilmeteo.it avverte che già dalle prime ore domani, venti più freschi pilotati da una depressione in avvicinamento dalla Russia, porteranno i primi segnali del nuovo cambiamento ad appannaggio delle regioni nord orientali. Nubi irregolari copriranno i cieli del Trentino Alto Adige, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia dove potranno cadere rovesci sparsi localmente temporaleschi.

Col passare delle ore i venti freschi andranno a concentrare la loro maggior ingerenza sui versanti adriatici con la formazione di insidiosi rovesci temporaleschi con grandine e forti raffiche di vento in sviluppo sul versante adriatico centro meridionale. Sotto stretta osservazione saranno nuovamente le Marche, l'Abruzzo, il Molise sino ai comparti centro settentrionali della Puglia. Coinvolte nel corso del pomeriggio anche il sud dell'Umbria, il Lazio con qualche temporale possibile anche su Roma. Verso sera la parte più attiva del brutto tempo scivolerà ulteriormente verso Sud. Campania, ancora la Puglia specie quella meridionale e l'est della Basilicata saranno a rischio di temporali sparsi. Tempo più tranquillo sul resto del Paese. Calano le temperature nelle aree raggiunte dai fenomeni.

La redazione del sito www.ilmeteo.it avvisa che domenica 14, la situazione cambierà radicalmente. Il tempo tornerà più tranquillo sulle zone colpite dai temporali di sabato. Tuttavia non godremo di una totale stabilità atmosferica in quanto, la formazione di un vortice di bassa pressione sul mare di Liguria, lascerà spazio per nuovi rovesci anche temporaleschi essenzialmente sui comparti alpini e prealpini, su tutto il Piemonte, sulla Liguria e nelle zone interne del Centro specie sul Lazio, l'Abruzzo ed il Molise.

Attenzione perché sarà elevato il ritorno della grandine e di qualche nubifragio in particolare sul Piemonte. Su queste zone, dunque, sarà d'obbligo un ombrello a portata di mano. Cieli più azzurri altrove con il sole che dominerà per gran parte della giornata salvo qualche nube di passaggio specie a ridosso dei monti. La redazione comunica inoltre che l’instabilità atmosferica proseguirà anche nella prossima settimana quando è previsto l’arrivo di altre perturbazioni. L’estate sembra abbia subito uno stop che potrebbe durare fino alla fine del mese.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×