21/09/2018sereno

22/09/2018possibile temporale

23/09/2018quasi sereno

21 settembre 2018

Montebelluna

Eurospar apre a Caerano, trentacinque nuove assunzioni

Superficie di vendita di quasi 1.500 metri quadri. Sarà inserito nel progetto di cessione della merce non più commercializzabile ma ancora commestibile

commenti |

supermercato

CAERANO - Giovedì 13 settembre apre i battenti il supermercato Eurospar a Caerano di San Marco: al taglio del nastro, previsto per le 8:30, è annunciata la presenza del sindaco Chiara Mazzocato, accanto ai vertici di Aspiag Service, la concessionaria Despar per il Triveneto e l’Emilia Romagna, che ha realizzato e gestisce il negozio.

 

Nel nuovo Eurospar lavoreranno 47 persone. Di queste, trentacinque sono nuove assunzioni da parte dell’azienda, che in tutto conta quasi ottomila collaboratori (tra le persone impiegate nei 232 supermercati di proprietà e quelle che lavorano nei centri logistici e nelle tre sedi di Padova, Udine e Bolzano).

 

A dirigere la squadra è stato chiamato lo store manager Kevin Colla, che ha già maturato una notevole esperienza presso altri punti vendita della catena. Il supermercato – che sarà aperto ogni giorno dalle 8:00 alle 20:00, e la domenica dalle 9:00 alle 20 - ha una superficie di vendita di quasi 1.500 metri quadri servita da otto casse. Al suo interno trovano spazio circa 22.000 referenze prevalentemente alimentari. I posti auto all’esterno, invece, sono 195. Come per le aperture più recenti di Despar Nordest, anche questo Eurospar opta per un servizio faccia a faccia con il cliente: dietro al banco carne c’è il macellaio in grado di consigliare e procurare il taglio richiesto, così come avviene per la gastronomia.

“Nell’epoca delle relazioni virtuali, abbiamo scelto la personalizzazione del servizio, grazie all’unico ‘asset’ che abbiamo in esclusiva e che nessun competitor potrà mai copiare: i nostri collaboratori”, spiega Francesco Montalvo, amministratore delegato di Despar.

 

L’edificio è in classe energetica A3: una classificazione che certifica il più alto livello di efficienza energetica. Un piccolo impianto fotovoltaico fornisce parte dell’energia elettrica necessaria al punto vendita: il resto, come per tutti i negozi di Despar Nordest, è energia certificata verde. Il calore prodotto dai banchi frigo è interamente recuperato, in parte per la produzione di acqua calda a uso sanitario, e in (gran) parte per la climatizzazione: un impianto ad alta efficienza energetica in pompa di calore reversibile (caldo / freddo) fa sì che il negozio non abbia nessuna centrale termica e linea di adduzione del gas. L’impianto di refrigerazione alimentare è “transcritico”: in poche parole, grazie all’uso di CO2, è più efficiente ed ecologico. L’illuminazione, come in tutte le nuove aperture e le ristrutturazioni di Aspiag Service, è totalmente full-led ad alta efficienza, sia all’interno sia all’esterno del punto vendita. Gli impianti sono controllati 24 ore al giorno grazie a un sistema di telegestione e controllo da remoto, che tiene monitorato il consumo energetico e rileva in tempo reale anche eventuali malfunzionamenti (che potrebbero per esempio portare a un’interruzione della catena del freddo).

 

Nelle prossime settimane, inoltre, l’Eurospar a Caerano di San Marco sarà inserito nel progetto di cessione della merce non più commercializzabile ma ancora commestibile o utilizzabile che già coinvolge tutte le filiali gestite direttamente da Despar nella sua area di attività. Nel 2017, questo progetto ha consentito di prevenire lo spreco e rimettere virtuosamente in circolo prodotti alimentari per un valore di quasi 6 milioni di euro, permettendo a oltre 200 Onlus locali di produrre oltre due milioni di pasti per persone in difficoltà.

“Da molto tempo abbiamo preso l’impegno a essere una presenza responsabile e di qualità nei luoghi dove svolgiamo la nostra attività”, conclude Montalvo. “Vogliamo confermare questo nostro impegno anche nei confronti di Caerano e dei caeranesi, lavorando per meritare la loro fiducia”.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×