21/09/2018sereno

22/09/2018possibile temporale

23/09/2018quasi sereno

21 settembre 2018

Vittorio Veneto

Ex Carnielli, l'appello di De Bastiani: "Il sindaco emetta un'ordinanza, intervenga la Provincia"

La lettera dell'esponente dem ai consiglieri comunali

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - L’intervento di bonifica all’ex Carnielli? E’ competenza della Provincia, prima che del comune. A sostenerlo è l’ex consigliere dem Alessandro De Bastiani, con una lettera aperta ai consiglieri comunali. Sul piatto torna un problema già sollevato dall’esponente Pd: a chi andrà la struttura in caso di abbandono da parte della curatela fallimentare? E chi dovrà quindi occuparsi della rimozione dell’eternit e della bonifica del cromo?

 

La delibera votata in consiglio comunale, che dà mandato al sindaco Roberto Tonon di trovare un accordo con la curatela per rendere l’immobile più appetibile per nuovi acquirenti, non sembra chiara sul punto.

 

“E’ scritto nella delibera che il bene ritornerà ai soci pro quota della società fallita, ma non si capisce perché la conseguenza sarebbe che “non vi sarebbe più un interlocutore in grado di occuparsi delle sorti dell’area e della gestione delle problematiche ambientali connesse”. E’ stata verificato quanto dichiarato e votato? Va precisato che la società è stata dichiarata fallita, i soci no. Chi sono? Quanti sono? Sono titolari di proprietà e capitali propri? Sindaco, assessore, uffici competenti si saranno posti questa domanda; qual è la risposta?” chiede De Bastiani.

 

Non è detto quindi che in caso di derelizione del bene spetti al comune farsi carico della rigenerazione del sito.

 

“Se il sindaco è giustamente, oltre che tardivamente, preoccupato, dovrebbe emettere un’ordinanza per intimare la bonifica a chi di dovere – continua l’ex consigliere - Se si dovesse accertare che non spetta agli ex soci, la responsabilità dovrebbe ricadere sulla Provincia che è l'ente preposto all'ambiente ed è anche il soggetto che ha richiesto la fideiussione che doveva garantire la bonifica. Il nostro sindaco è anche consigliere di minoranza della Provincia, e allora si faccia sentire. Il nostro comune dovrebbe andare a battere i pugni in Provincia e pretendere che l'ente che ha accettato la fideiussione si faccia carico del problema dell'inquinamento ambientale che non può essere pagato dai cittadini vittoriesi”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×