19/08/2017temporale e schiarite

20/08/2017quasi sereno

21/08/2017quasi sereno

19 agosto 2017

Conegliano

Faccio le scarpe allo chef

Le mode cambiano. Pure in cucina

commenti |

CONEGLIANO - Il cilindro da cuoco? Archiviato. Ora lo chef ha la bandana da pirata. E le scarpe rosse. L’altra sera sono stata a cena alle Tre Panoce. Lo chef, Tino Vettorello, ha proposto in anteprima ai giornalisti alcuni piatti che presenterà alla prossima Mostra del cinema.

Tutti favolosi. Compreso il dessert con cammeo di pesche e ‘ravioli’ di ananas ideato con la complicità artistica dell’inimitabile pasticcere Fabio La Commare. Ma la cosa che ha colpito - tra bellezza-bontà - sono state le scarpe. E le bandane.

Tino Vettorello si è presentato in scena con delle sneaker rosse. Che s’intonavano troppo al grembiule ‘gessato’. Il motivo era legato al fatto che lo chef Tino vuole sollecitare un’attenzione verso il tema della violenza sulle donne, proprio a partire da Venezia 74, dove proporrà un piatto dedicato. Ma la coincidenza che ha sorpreso, nell’occasione, è stata che pure il grandissimo chef Armando Zanotto, in qualità di ospite, indossava degli strepitosi mocassini rosso fuoco.

Gli avventori non hanno potuto non chiedersi quando gli chef, che per anni sono stati individuati grazie all’uniforme candida e un bel cilindrotto bianco in equilibrio sulla testa, abbiano cambiato look.

La risposta è rimasta sospesa tra scampi in agrodolce e un cuore di risotto viola ai mirtilli. Ed è arrivata quando la brigata di cucina si è presentata in sala per l’applauso corale. Nessuno dei giovani cuochi (una sola donna!) indossava il cilindro d’ordinanza. Tutti avevano una bandana da pirati a coprire la testa. Se sul ponte di comando ci fosse stato Johnny Depp, anziché Tino Vettorello avremmo pensato di stare nella cambusa di una nave d’arrembaggio.

Anche perché - che c’importa del look? - quando si è presi per la gola, non ha senso arrendersi.

 

Commenta questo articolo


Loading...

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×