22/05/2017quasi sereno

23/05/2017parz nuvoloso

24/05/2017possibile temporale

22 maggio 2017

Cultura

Facebook sospende la pagina di Zerocalcare, ecco perché

commenti |

Post e profilo sospesi perché "non rispettano gli standard della comunità Facebook". Con questa motivazione il fumettista Zerocalcare, al secolo Michele Rech, si è visto sospendere la propria pagina social da parte del colosso di Mark Zuckerberg. Le ragioni? Un post pubblicato da Zerocalcare su un'iniziativa a Genova in occasione dell'anniversario del G8 del 2001. Pur non contenendo offese o giudizi, il post ha scatenato una serie di commenti furiosi tra gli utenti "che andavano dalla gioia per il buco in testa a Carlo Giuliani a invettive varie", come ricorda lo stesso fumettista sul proprio profilo Fb. La conseguenza è stata quindi la segnalazione del post, la rimozione del contenuto, e la temporanea chiusura della pagina social.

"Siccome mi hanno sospeso la pagina fan per il post sull'iniziativa di Genova nell'anniversario del G8 del 2001 di domani, e la riapertura passava per la sua rimozione - scrive il fumettista - vale la pena spendere due righe, anche perché dopo che avevo fatto la lagna in un fumetto un paio di settimane fa, stavolta un sacco di gente ha scritto cose molto carine e supportanti ed è utile chiarire questa roba. Ieri ho postato la locandina dell'iniziativa che si terrà a Genova il 20 luglio. Non contiene oltre che nessuna offesa, neanche nessun riferimento a presunti eroismi, giudizi, attacchi, una cosa proprio low profile".

"Questo post ha scatenato una serie di commenti immondi - prosegue Zerocalcare - che andavano dalla gioia per il buco in testa a Carlo Giuliani a invettive varie e promesse di non comprare mai più i fumetti miei e roba del genere. Un sacco di gente giustamente ha commentato 'vabbè, ma che la roba di Zerocalcare non l'avete mai letta? Che lo scoprite ora come la pensa?' Qualcun altro s'è lamentato del fatto che i lettori pretendono di decidere i temi su cui un autore può o non può esprimersi.... Ecco, è tutto molto giusto, ma sti ragionamenti non colgono quello che è successo".

Il fumettista non punta il dito sui propri lettori ma su "altri, venuti su quella pagina apposta, che di sicuro non sono le mie categorie principali di lettori.

"E' dal 21 luglio 2001 che litighiamo su quanto è successo a Genova - conclude il fumettista - In tanti di noi si sono pure rotti di litigare e raccontare. Però forse vale la pena continuare a farlo, anche per rispetto al nostro dolore, al nostro sangue e alle nostre lacrime, pure se ci sembrano così lontane oggi".

 

Loading...

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Vaccini obbligatori per iscrivere i figli a nido e materna. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.914

Anno XXXVI n° 10 / Giovedì 25 maggio 2017

IL FUTURO SARA' L'AUTONOMIA?

Veneto autonomo? C’è il referendum Al voto il prossimo 22 ottobre. Insieme alla Lombardia. Obiettivo dei proponenti: meno Stato

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×